Il fratello di Pogba lancia il sasso: “Arriva l’estate e qualcosa succederà con Paul…”

Parla Pogba. Non Paul, che è abbastanza impegnato nello sprint finale per la Champions con il suo Manchester United, ma suo fratello Florentin. Che spiega come la situazione del campione del mondo sia in costante mutamento. E che il Real deve guardarsi da una squadra da sempre nei sogni di Pogba

di Redazione Il Posticipo

Parla Pogba. Non Paul, che è abbastanza impegnato nello sprint finale per la Champions con il suo Manchester United, ma suo fratello Florentin, che al momento gioca negli USA, con l’Atlanta United campione MLS. Perchè il fratello del centrocampista francese interessa così tanto ad AS, che gli regala addirittura la home della sua versione online? Beh, perchè si continua a parlare del Polpo in chiave mercato, con il Real Madrid di Zidane che è sempre molto interessato a portare il transalpino al Bernabeu. E chi può sapere meglio di Florentin cosa passa per la testa a Paul? Il fratello di Pogba, in effetti, lascia intendere che è il caso di aspettarsi fuochi d’artificio…

Si comincia ovviamente con qualche domanda su Paul da piccolo… “Sapevamo che sin da piccolo aveva qualità che nessuno al mondo aveva, ma non pensavamo che avrebbe raggiunto il top in una maniera così rapida”. La passione per il calcio spagnolo è comunque sempre stata forte a casa Pogba, visto che sia Paul che i suoi fratelli (c’è anche Mathias) hanno sempre guardato con interesse alla Liga e ai campioni che giocano da quelle parti. “Ci piacevano molto Ronaldo il Fenomeno, Ronaldinho, Zidane, Henry… Passavamo tutto il tempo a guardarli, in TV e su Youtube. E sognavamo di giocare al Barcellona, al Real Madrid, all’Arsenal…”. I Gunners magari sono fuori dalle trattative, ma la presenza del Barça…stuzzica.

Anche perchè uno United senza Champions può essere uno sprone a lasciare Manchester. “Per me Paul ha fatto una buona stagione, ma vedremo se il Manchester riuscirà a qualificarsi per la Champions. Se così non fosse chissà, nel calcio può succedere qualsiasi cosa. Arriverà l’estate. E vedremo se rimarrà o se resterà. Qualcosa succederà”. Un messaggio ai naviganti, dunque. Il rapporto con Solskjaer non sembra più idilliaco e la forma balbettante dello United non aiuta. È il momento per Zidane di affondare il colpo? “Oggi posso dire una cosa, domani un’altra…”. E il mistero continua.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy