calcio

Il flop di gennaio è del Real? Diaz, 17 milioni… per una settimana!

(Photo by Marcos del Mazo/LightRocket via Getty Images)

Doveva essere il rinforzo numero uno dei Blancos, ma finora si è rivelato un acquisto tutt'altro che azzeccato. Per la seconda partita di fila lo spagnolo non è stato inserito in lista da Solari. Guardiola ci aveva visto giusto sul suo conto?

Redazione Il Posticipo

Basta una presentazione in pompa magna per avere un grande futuro? Quanti calciatori sono stati accolti come stelle... prima di finire nelle stalle? Brahim Diaz potrebbe essere l'ultimo della serie e il suo caso fa piuttosto rumore per un semplice motivo: gioca nel Real Madrid! Il grande sconfitto di questa storia all'inizio sembrava Pep Guardiola, che ha perso il 19enne dopo averlo visto crescere nelle giovanili del City tra il 2013 e il 2016. Improvvisamente Florentino Perez è sembrato il furbacchione della vicenda: l'uomo in grado di strappare il prodigio originario di Malaga per appena 17 milioni. Peccato che a Madrid... non abbia praticamente mai giocato! E probabilmente continuerà così...

DIAZ SHOW - Il Real si è regalato lo spagnolo per tirarsi sù il morale dopo un inizio scioccante di 2019: l'ex stellina del Manchester City è arrivata al Santiago Bernabue il 7 gennaio, all'indomani della durissima sconfitta col Real Sociedad in casa (2-0). Un acquisto fatto bruciando le tappe: il 19enne infatti sarebbe dovuto arrivare in Spagna la prossima estate a costo zero, ma alla fine i Blancos hanno preferito portarlo a Madrid con qualche mese di anticipo per regalare un'arma in più all'attacco di Solari. E non hanno avuto paura di sborsare 17 milioni pur di portarselo a casa. Insomma, ci si aspettava parecchio dal talentino, ma le cose non vanno sempre crediamo...

DOPPIA ESCLUSIONE - Ci ha pensato Marca ha ricostruire come sono andate le cose da quando Diaz è arrivato al Real: finora tra campionato e coppe ha giocato solo 24 minuti (8 col Betis e 16 col Leganes in Coppa del Re tra andata e ritorno)... e non è più stato impiegato! Ma c'è di più: nelle ultime due partite il suo nome non è nemmeno comparso in lista e il giocatore non è partito con la squadra per il ritorno col Girona in Coppa del Re. Con Benzema, Bale, Vinicius, Lucas e Asensio in buone condizioni trovare spazio per lo spagnolo sarà impossibile: senza dimenticare che nei giochi offensivi potrebbe rientrare anche Mariano. Al punto che in estate, considerando che lo spagnolo non può giocare per tre club nella stessa stagione, potrebbe essere già ceduto. Dopo l'addio di CR7, Florentino Perez ne ha combinata un'altra? Troppo presto per dirlo, ma 17 milioni per 24 minuti giocati sono decisamente tantini.