Il fantasma di Allegri incombe su mezza Europa

Allegri: non grosso ma grande abbastanza da proiettare la propria ombra su gran parte dell’Europa calcistica.

di Redazione Il Posticipo

Altro che acciughina. Il soprannome di Allegri, riferito a un fisico non da corazziere, contrasta con il peso della presenza dell’ex allenatore della Juventus che ha abbondantemente dimostrato di essere uno dei migliori in panchina. E la sua mole diviene talmente ingombrante da aleggiare… su mezza Europa,

INGHILTERRA E FRANCIA  –  Il nome di Allegri, assieme a quello di Pochettino, appare con grande regolarità nella maggior parte delle cronache sportive d’oltemanica. Soprattutto Goal,  lo indica come possibile sostituto di Ole Gunnar Solskjaer sulla panchina del Manchester United. I Red Devils speravano in una partenza decisamente migliore ma i risultati tardano ad arrivare. Occhio anche all’altra sponda di Manchester. Il Mirror ritiene che la società abbia qualche dubbio su Guardiola all’ultimo anno di contratto con i light blues. Ma anche al di qua della Manica, Allegri mantiene il suo fascino. Dall’estate si mette in discussione Tuchel al PSG e non è certo una boutade che Leonardo abbia messo gli occhi sull’ex allenatore bianconero.

SPAGNA E ITALIA – L’ombra di Allegri si sposta anche al di là dei Pirenei: il tecnico piace molto anche in Spagna. Soprattutto a Florentino Perez che sta cercando di mantenere la pazienza con Zidane. Il tecnico francese per ora regge, agevolato anche dal momentaccio del Barcellona che non va in volata. Si parla molto del livornese nella capitale spagnola soprattutto dopo che ha raccontato di aver rifiutato i Blancos per la Signora tanti anni fa. Anche il Barça lo aveva contattato prima di ripiegare su Koeman ma ora, complice le prossime elezioni e un nome, quello dell’olandese, già “vecchio” perché scelto dall’ex presidente, qualcuno ricomincia a fare il suo nome sui social. Occhio, però: anche in Italia, il suo nome potrebbe tronare d’attualità.  Ne avevano parlato già in estate dopo il possibile addio di Conte all’Inter. Ora, dopo la sconfitta contro il Real Madrid, parte del pubblico nerazzurro chiede di Allegri a gran voce. E c’è anche una piccola ma consistente e agguerrita sacca di juventini che non lo hanno dimenticato.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy