Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

L’ex DS del City rivela: “Quando abbiamo presto Aguero stavamo per comprare Lavezzi, poi…”

 (Photo by Alex Livesey/Getty Images)

Aguero lascerà Manchester da re dopo dieci anni splendidi. E pensare che quando nel 2011 il City lo ha acquistato, la dirigenza del club era quasi convinta di prendere qualcun altro: il Pocho Lavezzi.

Redazione Il Posticipo

A Manchester, sponda City, è quasi il momento dei saluti. E non se ne va un calciatore come tanti, ma una vera e propria leggenda del club: Sergio Aguero. Il Kun lascia l'Etihad dopo dieci anni, in cui è stato fondamentale per le fortune dei Citizens, come nel 2012 con il gol all'ultimo minuto che ha regalato il titolo alla squadra di Mancini. Ora c'è da giocarsi una finale di Champions, un sogno per tutti, Kun compreso, e poi ci si dirà ciao. E pensare che quando nel 2011 il City lo ha acquistato, la dirigenza del club era quasi convinta di prendere qualcun altro: il Pocho Lavezzi. Lo ha raccontato al Sun Brian Marwood, all'epoca direttore sportivo del City.

LAVEZZI - "Avevamo già Carlos Tevez, Edin Dzeko e Mario Balotelli quindi cercavamo qualcuno che si inserisse bene in quel gruppo di attaccanti a disposizione di Mancini. Ed erano un paio di anni che stavamo osservando Sergio. Lo abbiamo scovato ai tempi in cui in panchina c'era Mark Hughes, ma non pensavamo di poterlo comprare. Quindi stavamo cercando Lavezzi, giocava con Cavani a Napoli ed era un buon giocatore. Però il presidente Al Mubarak aveva un buon rapporto con l'Atletico e una volta che abbiamo saputo che potevamo prenderlo ci siamo mossi immediatamente, era ovvio che era lui la scelta giusta". Dunque, ciao Pocho e tutto sul Kun.

 NAPLES, ITALY - MARCH 13: Ezequiel Lavezzi (L) of SSC Napoli celebrates the opening goal with his teammate Marek Hamsik during the Serie A match between SSC Napoli and ACF Fiorentina at Stadio San Paolo on March 13, 2010 in Naples, Italy. (Photo by Paolo Bruno/Getty Images)

LEGGENDA - Rapidamente, perchè le pretendenti erano molte."Il Real Madrid e la Juventus stavano facendo pressioni, quindi abbiamo dovuto fare una cosa rapida. Ho molto rispetto per Sergio, perchè sarebbe potuto andare in alcuni dei migliori club d'Europa, ma si è fidato della nostra visione. E alla fine ci abbiamo messo poco a convincerlo, forse giusto un paio di settimane dopo il primo colloquio". Costato molto, ma soldi decisamente ben spesi. "Lo abbiamo pagato qualcosa come 38 milioni di sterline e la reazione generale è stata di shock, ci dicevano che stavamo rovinando il calcio pagandolo così tanto. Ci dicevano che era una cifra assurda, ci hanno massacrato. Ma dove sono ora quelle persone? E vedendo quanto costano ora i calciatori, quanto pagheremmo uno come lui a 23 anni? È uno dei migliori centravanti che la Premier abbia mai visto e il miglior marcatore di sempre del club". Con buona pace di Lavezzi, che invece poi è andato a vincere a Parigi.