calcio

Il dramma di Schmeichel: “Non vedo l’ora che questo 2018 finisca…”

Difficile dare torto a Kasper Schmeichel, che ha vissuto alti e bassi pazzeschi nel giro di pochi mesi e che è stato chiaramente colpito, forse più degli altri compagni di squadra, dalla morte del presidente Vichai Srivaddhanaprabha.

Redazione Il Posticipo

Si avvicina la fine dell'anno e come sempre è ora di fare dei bilanci. Certo, nel calcio diventa più complicato, perchè quando c'è di mezzo un pallone si ragiona a stagioni e il nuovo anno arriva sempre nel mezzo di un cammino verso la Champions League o in una serrata lotta per la retrocessione. Non è il caso del Leicester, che al momento naviga nelle acque di una tranquilla metà classifica che rende il campionato delle Foxes una piacevole distrazione nei confronti dei veri obiettivi: le coppe nazionali. Ma questo 2018 per il club delle East Midlands non può essere un anno come gli altri. E qualcuno non vede l'ora che finisca.

DRAMMA - Difficile dare torto a Kasper Schmeichel, che ha vissuto alti e bassi pazzeschi nel giro di pochi mesi e che è stato chiaramente colpito, forse più degli altri compagni di squadra, dalla morte del presidente Vichai Srivaddhanaprabha nel tragico incidente aereo all'esterno del King Power Stadium. Il danese è stato uno dei primi ad arrivare sul luogo del disastro, ha assistito a scene terribili ed è stato costretto a ricorrere all'aiuto di professionisti per superare un trauma che lo ha segnato profondamente. E nonostante un mondiale vissuto da protagonista con la sua Danimarca, l'anno 2018 durerà...sempre troppo per l'estremo difensore del Leicester, come riporta il Mirror.

KHUN VICHAI - "È stato un anno strano, splendido da alcuni punti di vista e ovviamente terribile da altri. In qualche maniera, non vedo l'ora che questo 2018 finisca per cercare di voltare pagina e andare avanti. E guarderò a quest'anno con sentimenti molto contrastanti". Soprattutto per il ricordo del presidente recentemente scomparso. A cui Schmeichel vorrebbe tanto dedicare qualche vittoria. "“So che uno dei sogni di Khun Vichai era vincere una delle coppe nazionali, quindi è un qualcosa a cui noi punteremo. Mi piacerebbe andare avanti nelle coppe e vedere dove possiamo arrivare. Ma la motivazione di rappresentare questo club e la famiglia di Khun Vichai è fortissima". Meglio però che arrivi il primo gennaio. Non che una cifra diversa alla fine del calendario possa cambiare molto. Ma di certo per Schmeichel sarà un sollievo.