Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il dramma di Bilardo: “Cosa succede? Perché tutte quelle bandiere di Diego?”

MAR DEL PLATA, ARGENTINA - NOVEMBER 10: Diego Maradona, head coach of Gimnasia y Esgrima La Plata, gestures before a match between Aldosivi and Gimnasia y Esgrima La Plata as part of Superliga 2019/20 at Estadio Jose Maria Minella on November 10, 2019 in Mar del Plata, Argentina. (Photo by Marcos Brindicci/Getty Images)

Il commissario tecnico legatissimo a Diego e molto avanti con l'età non sa della morte del fuoriclasse.

Redazione Il Posticipo

Una storia d'amore e di dolore. Il dramma di Carlos Bilardo. Il commissario tecnico dell'Argentina, molto avanti con l'età, non sa della morte di Diego Maradona anche se continua a interrogarsi, come riportato da Olè, sul perché in TV si continuino a trasmettere immagini di bandiere in sua memoria.

SCELTA - Bilardo ha avuto grossi problemi di salute. E la famiglia, di concerto con i dottori, ha deciso di non comunicargli la notizia della morte di Diego. Il timore è che non possa reggere il dolore. Del resto, il CT campione del mondo del 1986 con la nazionale albiceleste, è  legatissimo a Diego. Insieme, hanno portato l'Argentina in cima al mondo. E sfiorato il bis. E Bilardo, in veste di dirigente, è stato sempre accanto a Maradona quando il D10s è stato alla guida della nazionale. Un legame fortissimo. E che giustifica la scelta della famiglia. Non una bugia, ma una omissione a fin di bene per preservare la salute, molto precaria del "Narigon".

SOSPETTI - L'ex tecnico argentino, 83enne e con una malattia neurodegenerativa, alterna momenti di assenza a lucidità. E inizia a sospettare qualcosa. Lo ha confermato suo fratello Jorge, che lo accudisce e ha gestito la situazione. Una storia strappalacrime. "Quando Diego è morto, abbiamo scelto di spegnere la TV e di utilizzare solo Netflix in modo che non avesse notizie o percezione di cosa stesse accadendo". E per un po' ha funzionato. "Si è appassionato a diverse serie TV". Poi però la passione per il calcio ha preso il sopravvento. "Mio fratello è tornato a seguire le partire. Io tengo sempre il volume molto basso e mi concento sul calcio europeo. Poi però seguiamo insieme l'Estudiantes e quando scendono in campo squadre argentine,  si vedono tantissime bandiere di Diego ovunque. E mi ha chiesto se sia accaduto qualcosa. Ancora non sa niente ed è meglio che sia così anche perché altrimenti ammazzerebbe tutti. Ancora non sa che sono morti Diego, Tata Brown o Sabella ”

MIGLIORAMENTI - Ovviamente la famiglia ha taciuto o deviato l'argomento. Una scelta dolorosa ma che comunque sta dando i suoi frutti. La salute di Bilardo, sebbene debba essere tenuto costantemente sotto controllo, è tutto sommato accettabile in relazione alla sua situazione. Il CT Campione del Mondo ha già ricevuto la prima dose di vaccino contro il Covid ed è in attesa della seconda.

Potresti esserti perso