Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il desiderio di Natale di Messi: “So di essere un privilegiato ma a volte vorrei passare inosservato”

(Photo by Denis Doyle/Getty Images)

Messi e la voglia di... non esserlo. Il fuoriclasse argentino ha chiesto per Natale un pizzico di normalità

Redazione Il Posticipo

Messi e la voglia di... non esserlo. Il fuoriclasse argentino, come riportato da Olè, ha chiesto per Natale un pizzico di normalità. La voglia di passare inosservato, però, rimarrà tale. Messi, dopo la morte di Maradona, è l'icona assoluta del calcio argentino. E, come Cristiano Ronaldo, è con tutti gli occhi addosso ovunque si trovi. Riconosciuto in ogni angolo del pianeta.

NORMALE - Ecco perché il sogno della Pulce, è di avere una vita normale. Il ragazzo è consapevole di essere osservato da occhi umani ed elettronici sia dentro che fuori al campo. Una ammirazione trasversale, fra selfie, autografi, richieste di attenzioni da tifosi e anche rivali. Il calciatore del Barcellona ha spiegato come vive e gestisce la propria popolarità. "È vero che sono privilegiato, ma ci sono dei momenti in cui vorrei essere anonimo e potermi divertire andando al mercato, al cinema o al ristorante. Non posso essere che grato al destino che mi ha regalato una vita straordinaria. E l'amore che ricevo in tutto il mondo è davvero spettacolare. Però ci sono momenti, anche per me soprattutto quando sono con i miei figli, in cui vorrei passare inosservato".

FUTURO - Messi ha trovato il modo anche di parlare di calcio, dopo una stagione disastrosa e un Barcellona che non promette niente di straordinario. Risultati che potrebbero cozzare con il desiderio di Messi. L'idea è di restare in Catalogna ma a certe condizioni. Vuole un progetto vincente e cercherà di costruirselo. "Ho passato un brutto periodo alla fine della stagione e me lo sono portato dietro. Ma ora mi sento bene, sono impaziente di ricominciare. Sono consapevole che il club sta attraversando un momento difficile, a livello di squadra e di club. Tutto ciò che circonda il Barcellona è difficile ma non vedo l'ora di ricominciare". Anche se la sensazione è che possa davvero essere l'ultimo anno. E l'arrivo di Pochettino al PSG potrebbe essere la chiave per aprire la porta che porta a Parigi: secondo il quotidiano argentino l'ipotesi è sempre più probabile. Del resto se Messi vuole un progetto vincente la destinazione francese è l'ideale per le sue aspettative immediate, specialmente a livello internazionale.