Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il derby visto dall’estero: tra “Zlatan implacabile” a “Dov’è Handanovic?” sino al “Non volevo che se ne andasse Lukaku”

(Photo by Emilio Andreoli/Getty Images)

Due gol nel primo tempo, quattro nella ripresa e un verdetto: l'Inter è piena corsa per lo scudetto. La partita di San Siro è stata divertente e seguitissima anche all'estero, da dove provengono i sei marcatori diversi di una stracittadina molto...

Redazione Il Posticipo

Il Milan ci ha creduto, poi l'Inter  ha vinto. Derby della Madonnina a due facce: primo tempo rossonero, ripresa solo nerazzurra. La squadra di Antonio Conte ha battuto il Milan 4-2 e ha agganciato la Juve in testa. Ante Rebic e Zlatan Ibrahimovic da una parte; Marcelo Brozovic, Matias Vecino, Stefan de Vrij e Romelu Lukaku dall'altra parte: sei marcatori diversi tutti provenienti dall'estero, dove il derby ha appassionato diversi tifosi.

IBRA SHOW - Nel primo tempo l'Inter non è pervenuta, il Milan ne ha approfittato e Ibrahimovic è salito in cattedra: assist per il vantaggio di Rebic (40') e gol del raddoppio firmato proprio dallo svedese (45+1'). I tifosi dagli Stati Uniti si sono esaltati per le prodezze dell'attaccante e hanno difeso il proprio campionato: "Un'altra prova che giocare in Mls non significa che non hai più la possibilità di giocare nell'élite europea".

Qualcuno pensa che per lo svedese giocare in Mls non sia stato poi così difficile: si va da "Ibrahimovic è impeccabile. Immagino che l'Mls sia stato come essere a un compleanno per lui" fino a "Ibrahimovic 38 anni, un anno di vacanza in Mls, ritorna nel calcio italiano e rompe tutto. È dio".

I gol incassati da Daniele Padelli hanno fatto chiedere a qualcuno che fine avesse fatto il titolare della porta dell'Inter: "Poi, dov'è Handanovic?".  Un altro tifoso all'estero è stato durissimo nei confronti della riserva nerazzurra: "Handanovic con tutte le dita rotte è un portiere migliore rispetto a questo".

RIMONTA - Dopo Rebic e Ibrahimovic, anche Brozovic (51') ha timbrato il cartellino riaprendo la partita. Ai tifosi non è sfuggita l'origine degli uomini andati a segno: "Derby di Milano. Rebic, Ibrahimovic e Brozovic hanno segnato. Impronta slava".

Un altro giocatore dal sangue caldo è Vecino che ha pareggiato i conti (53') facendo rumore fino in America Latina: si va da "Vecino c'è sempre! Forza Inter dall'Uruguay" fino a "La prende Vecino".

L'Inter è passata in vantaggio con de Vrij di testa su calcio d'angolo (70'). La rete è stata accolta con entusiasmo dai tifosi olandesi: "Stefan de Vrij, Virgil Van Dijk, De Ligt... con questi tre in difesa possiamo vincere tutto".

Lukaku ha sigillato il risultato allo scadere (90+3') e un tifoso del Manchester United ha chiuso la serata con l'amaro in bocca: "Non volevo che ne andasse". Troppo tardi: il gigante belga esulta e sogna il titolo in nerazzurro.