Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il derby tra Arsenal Tottenham raccontato…da Sagna: “In campo sentivi puro odio e la cosa mi piaceva…”

(Photo by Clive Rose/Getty Images)

Il derby di Londra Nord, quello tra Arsenal e Tottenham, è talmente importante per le due squadre e per le tifoserie, che spesso e volentieri la posizione dell'una in classifica determina la bontà di una stagione dell'altra. E l'ex terzino...

Redazione Il Posticipo

In una città come Londra, dove le squadre di calcio professionistiche sono quasi più dei quartieri, diventa difficile identificare dei derby ben precisi. In pura teoria, anche Crystal Palace e Chelsea quando si scontrano stanno giocando una stracittadina, ma non è certo sentita come altri match, che invece sono entrati nella leggenda del calcio britannico. Come ad esempio il derby di Londra Nord, quello tra Arsenal e Tottenham. Talmente importante per le due squadre e per le tifoserie, che spesso e volentieri la posizione dell'una in classifica determina la bontà di una stagione dell'altra. I tifosi dell'Arsenal hanno addirittura coniato una festività, Saint Totteringham's Day, il giorno in cui diventa matematicamente impossibile per gli Spurs superare i Gunners in classifica (anche se di recente va al contrario).

ODIO - Una rivalità così sentita che persino un grande ex come Sagna, a lungo terzino dei Gunners, vede come un qualcosa di difficilmente eguagliabile. In un'intervista concessa a Goal, il francese spiega di non aver mai affrontato nulla di simile prima di arrivare a Londra. E che in fondo una situazione del genere può essere decisamente uno sprone. “Era una cosa nuova per me, perchè in Francia non c'è tutto quell'odio, a parte tra PSG e Marsiglia, ma io non avevo giocato con nessuna delle due squadre. Ma i giorni prima del derby erano diversi, si sentiva anche solo girando per strada. E poi quando siamo entrati in campo per il riscaldamento la gente ci tirava oggetti. Si sentiva puro odio e la cosa mi piaceva. Mi sono divertito a giocare la mia prima partita a White Hart Lane. E abbiamo anche vinto".

TOTTENHAM - Insomma, non una partita come le altre...“Per me è sempre stata una delle partite più importanti dell'anno, è necessaria una mentalità diversa. Dovresti dare il 100% in ogni partita, ma nel derby ancora di più perchè giochi affinchè alla fine i tifosi siano pazzi di gioia. E fortunatamente, ne ho vinti più di quanti ne abbia persi". Ora però i Gunners se la vedono male e partono da sfavoriti... “Fa male dirlo, ma il Tottenham sta facendo bene. Ha costruito un nuovo stadio e un nuovo centro sportivo. Stanno mettendo su una bella squadra, con Mourinho e con il ritorno di Bale. Ci è voluto un po' perchè il gallese trovasse la sua stabilità, ma ora sembra in forma. Kane era infortunato ma è tornato e continua a segnare e hanno Son che è straordinario, probabilmente il loro calciatore più pericoloso. Quindi sarà una partita complicata, perchè questo Tottenham non è quello di una volta. Ma non vedo l'ora che si giochi e se devo puntare su qualcuno ovviamente lo farò sull'Arsenal!". E non poteva essere altrimenti...

Potresti esserti perso