Il Daily Mail difende Kean: “Non sapeva che stava violando le regole con la festa in casa”

Il centravanti dell’Everton ha fatto infuriare il club ospitando una festa in casa sua in pieno lockdown. Ma secondo il tabloid lo ha fatto perchè pensava che “lockdown” significasse semplicemente…rimanere in casa, indipendentemente dalla presenza di qualcun altro!

di Redazione Il Posticipo

Andare a giocare all’estero è anche questione di adattamento. A un paese nuovo, a usanze diverse e a una lingua sconosciuta. E poco importa che i ragazzi di oggi siano abbastanza abituati all’inglese, quando si parla di regole, norme e leggi il rischio di sbagliarsi e non capire di cosa si sta parlando esiste. Come spiega il Daily Mail, un problema linguistico sarebbe alla base dell’ultima bravata di Moise Kean. Il centravanti dell’Everton ha fatto infuriare il club ospitando una festa in casa sua in pieno lockdown. Ma lo ha fatto perchè pensava che “lockdown” significasse semplicemente…rimanere in casa, indipendentemente dalla presenza di qualcun altro!

VIDEO – Questa la ricostruzione dei fatti del tabloid, che parla di un Kean davvero dispiaciuto per tutto il caos mediatico che lo ha coinvolto. L’azzurro, che è arrivato a Goodison Park all’inizio di questa travagliata stagione, aveva infatti postato sui suoi social un video in cui si vedevano diverse persone dentro casa sua. Il tutto in netta violazione delle regole anti-pandemia lanciate nel Regno Unito. La reazione dell’opinione pubblica non si è fatta attendere, con Kean che è finito nell’elenco dei cosiddetti “covidioti”, assieme a Kyle Walker, Jack Grealish e a tutti quelli che per un motivo o per un altro non hanno rispettato le norme di distanziamento sociale.

ERRORE – La festa a casa Kean ha fatto parecchio parlare, ma il Daily Mail spiega che è stato un innocente errore da parte dell’attaccante di Ancelotti. L’idea della festa non è arrivata da lui e lo sbaglio principale è stato…acconsentire alla cosa. E il tabloid smentisce anche che al party fossero presenti escort, come invece era accaduto a Walker. Tutte le persone presenti nel video, riporta il quotidiano britannico, fanno parte della cerchia sociale di Kean. Che quindi si è semplicemente…portato alla fase successiva, pensando che, finchè tutto avveniva nelle mura casalinghe, non si trattasse di trasgredire alle regole. Un errore che, dal punto di vista mediatico, è valso più di un autogol…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy