Il cuore grande del presidente del Leicester: regali alla squadra e un pensiero speciale ai tifosi…

Il cuore grande del presidente del Leicester: regali alla squadra e un pensiero speciale ai tifosi…

Non solo “Re” del Duty free, fervente buddhista e presidente di una squadra di calcio: Vichai Srivaddhanaprabha, per il Leicester e per i suoi tifosi, rappresenta molto di più…

di Redazione Il Posticipo

L’Inghilterra è sulle spine. L’incidente aereo fuori al King Power Stadium che ha visto coinvolto il patron del Leicester City è stato un bruttissimo colpo per tutti: dai giocatori ai tifosi, dai sostenitori di altre squadre agli altri personaggi dello sport e dell’informazione. Si è parlato della disperazione di Kasper Schmeichel, ancora ignaro del destino che attende il caro presidente Srivaddhanaprabha, così come della preoccupazione per le altre persone che si presume fossero a bordo del mezzo con lui. In questi casi non si può che ripercorrere i momenti più belli che il presidente ha regalato al suo club e sperare che ce ne siano altri.

NON È SOLO QUESTO – Vichai Srivaddhanaprabha, CEO del gruppo King Power, ha rilevato il Leicester City nel 2010 portandolo nel giro di quattro anni alla promozione in Premier League e alla conquista dello storico titolo soltanto due anni dopo sotto l’egida di Claudio Ranieri. Nelle cronache sportive degli ultimi anni, di Srivaddhanaprabha, è trapelato questo ma il sessantenne thailandese è molto di più di un imprenditore miliardario. Non solo “Re” del Duty free, fervente buddhista e presidente di una squadra di calcio: come riporta il Mail Online, si tratta di un uomo molto attivo da tutti i punti di vista che è stato protagonista di tanti atti di generosità e simpatia: dai regali ai propri giocatori fino alla partita di polo con il Principe Carlo.

L’ELICOTTERO E KASPER – Si è parlato della disperazione di Kasper Schmeichel per l’incidente. Oltre al legame che si è creato con il presidente, il danese una volta aveva ricevuto in prestito lo stesso elicottero dal magnate affinché potesse tornare in vacanza con la propria famiglia dopo averla interrotta per andare a girare uno spot nel centro sportivo. Ma non è il solo bel gesto di cui Srivaddhanaprabha si è reso protagonista. Oltre a rilevare la società nel 2010 estinguendone i debiti, ad ogni successo della squadra, il presidente era solito fare dei regali ai giocatori e anche al pubblico.

REGALI – Per festeggiare la promozione del Leicester in prima divisione aveva portato a cena tutta la squadra pagando un salatissimo conto per una cena a base di caviale, Champagne e tutte le prelibatezze più pregiate che potesse offrire. In altre occasioni ha offerto dalle birre ai toast, dalle ciambelle alle auto di lusso. Per compensare i giocatori del trionfo del 2016 li aveva omaggiati di una BMW i8s con un valore di mercato stratosferico. La sua generosità non era limitata ai soli giocatori ma anche ai tifosi: per festeggiare il proprio sessantesimo compleanno, lo scorso 4 aprile, ha messo in palio altrettanti (60) biglietti gratis per entrare allo stadio. Per non parlare del fatto che mettesse a disposizione di chi lo richiedeva del whiskey e dei bicchieri per celebrare nella casa del Leicester gli amici ed i parenti venuti a mancare. Una storia che, nell’ottica di ciò che è accaduto, diventa ancora più commovente. E pensare che all’inizio il presidentissimo era un tifoso del Chelsea: si è innamorato del Leicester proprio per via dei colori, così simili a quelli dei londinesi e per il fatto che prelevandolo in seconda divisione, la sfida si sarebbe fatta più divertente. Di certo, è stata vinta, così come il cuore dei tifosi. Che ora pregano per lui.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy