calcio

Il CT della Croazia: “Abbiamo fatto sentire Messi impotente. E contro l’Islanda…”

Il tecnico croato Zlatko Dalic ci è andato giù pesante contro la Pulce. Le sue dichiarazioni analizzano la prestazione di Messi e non sono certo lusinghiere. E per l'ultima partita ha annunciato il turnover...

Redazione Il Posticipo

Solitamente, quando l'Argentina non fa una bella figura, le critiche se le trova dentro casa. Tifosi, grandi ex, addetti ai lavori, tutti hanno sempre qualcosa da ridire sulle scelte del CT o sulla prestazione dei calciatori. E in queste polemiche, soprattutto dopo le prime due partite del mondiale, è stato invischiato anche Leo Messi. Che mai come questa volta si è trovato al centro delle critiche incrociate, al punto che, come ha segnalato sua madre, ne è rimasto particolarmente scosso. Più difficile che i commenti negativi per la Pulce arrivino da fuori.

IMPOTENTE - Ma stavolta anche uno degli artefici della debacle albiceleste, il tecnico croato Zlatko Dalic, ci è andato giù pesante. Le dichiarazioni del CT della Croazia, riportate dalla AFP, analizzano la prestazione di Messi e non sono certo lusinghiere. "Siamo stati bravi. Non abbiamo lasciato la possibilità, lo spazio o il tempo a Messi di fare qualcosa con il pallone. Il piano era esattamente quello, non concedergli lo spazio e il tempo per fare qualcosa. L'obiettivo principale era evitare che gli arrivasse il pallone. E lui si è sentito impotente, il suo linguaggio del corpo lo mostrava chiaramente". Complimenti ai suoi giocatori, dunque, ma anche un'analisi spietata di come la Pulce si sia sentita totalmente annullata e di come il piano di gioco croato abbia contribuito a peggiorare il mondiale già non buono di Messi.

DIFFIDATI - E poi, già che c'era, Dalic ha anche deciso di far arrabbiare i tifosi argentini, annunciando un approccio...rilassato alla partita con l'Islanda. Del resto la Croazia è già qualificata e ha parecchi diffidati... "Vogliamo arrivare primi nel nostro girone, questo è il nostro desiderio e speriamo di riuscirci. Ma in ogni caso contro l'Islanda dovrò pensare agli ottavi di finale. Dobbiamo prenderci cura di noi stessi. Abbiamo quattro o cinque calciatori diffidati, quindi ci saranno dei cambi nella squadra titolare". Davanti a queste dichiarazioni l'Argentina sente già odore di biscotto. E, soprattutto nella situazione attuale, il dolce potrebbe andare davvero indigesto all'Albiceleste.