Il Crotone sale, Maxi Lopez…scende: l’argentino tenta l’avventura in C con la Sambenedettese

Il classe 1984 ha contribuito al ritorno nella massima divisione con 14 presenze e una rete nel campionato cadetto, ma ora ha preferito tentare di nuovo l’impresa ripartendo addirittura dalla Serie C. Per lui si aprono le porte della Sambendettese, società con una storia importante che punta a tornare in alto.

di Redazione Il Posticipo

Il Crotone sale di categoria e Maxi Lopez…scende. Dopo che la squadra calabrese ha conquistato la promozione in Serie A, arriva l’addio da parte dell’attaccante argentino. Il classe 1984 ha contribuito al ritorno nella massima divisione con 14 presenze e una rete nel campionato cadetto, ma ora ha preferito tentare di nuovo l’impresa ripartendo addirittura dalla Serie C. Il Resto del Carlino spiega infatti che il centravanti, che in Italia ha giocato un po’ ovunque, dal Milan al Catania, si è accordato con la Sambenedettese per la prossima stagione e manca solo l’ufficialità per definire l’affare. Maxi Lopez va così a rimpolpare la colonia di bomber di Serie A che stanno trascorrendo il loro fine carriera nelle divisioni inferiori.

AMBIZIONE – Ma non è poi detto che in Serie C Maxi debba restarci a lungo. La Samb è un club ambizioso, che vanta ben 21 partecipazioni al campionato cadetto. E quello è esattamente l’obiettivo per la prossima stagione, tornare in B dopo un’assenza che dura ormai dal 1989. Il club marchigiano ci ha già provato quest’anno, arrivando al primo turno dei playoff di Serie C, senza però riuscire ad avanzare. Ora però, visto l’arrivo di grido, l’idea è quella di riprovarci, potendo contare su un calciatore che è passato anche dalla cantera del Barcellona e che ha segnato 45 reti in Serie A in carriera.

PIGNA – E assieme a Maxi Lopez, che dopo aver esordito in questa stagione in B conoscerà anche la Serie C, ci sarà anche un’altra vecchia conoscenza, assai più vincente dell’argentino, della nostra Serie A. Il tecnico dei marchigiani è infatti l’ex juventino Paolo Montero, che è stato confermato alla guida della squadra. Chissà se tra l’uruguaiano e l’Albiceleste saranno scintille o se i due si capiranno al volo. Del resto, il suo massimo in Italia Maxi l’ha dato sotto la guida di Mihajlovic e di Simeone. Dunque, nessun problema con i tecnici…fumantini. E intanto la C trova una nuova stella.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy