Il Cosenza chiede l’apertura dello stadio: “Qui pochissimi contagi. L’ampia capienza garantisce sicurezza”

La squadra calabrese, terzultima in campionato, andrà a caccia dei punti salvezza in stadi vuoti, ma chiede che il suo possa riempirsi.

di Redazione Il Posticipo

La serie B torna in campo e il Cosenza crede ancora nel miracolo salvezza. La squadra calabrese, terzultima in campionato, andrà a caccia dei punti salvezza in stadi vuoti, ma chiede che il suo sia riempito, come si legge in una nota ufficiale pubblicata nel sito ufficiale del club.

SPAZI – Il Cosenza ha chiesto, nel pieno rispetto delle norme anti Covid -19 di potersi giovare dell’apporto del pubblico sin dal prossimo impegno casalingo, fissato contro la Virtus Entella. Una richiesta, come si legge nella nota “La società Cosenza Calcio ha richiesto di consentire l’accesso al pubblico allo Stadio “San Vito – Gigi Marulla” per le rimanenti gare casalinghe del Campionato di Serie B. L’impianto cosentino, dotato di una capienza di 22.500 posti e di ampi spazi a disposizione, permetterebbe di ospitare i propri sostenitori garantendo il distanziamento interpersonale richiesto dalle normative anti Covid – 19″

IN LINEA  – La società calabrese poggia la propria richiesta considerandola in linea con le norme disposte dalle autorità governative. “L’accesso in sicurezza allo stadio “San Vito – Gigi Marulla” sarebbe, d’altro canto, in linea con la graduale riapertura già disposta dalle autorità nazionali per altre manifestazioni pubbliche, come spettacoli, concerti, eventi teatrali e proiezioni cinematografiche. La richiesta inoltrata dalla società Cosenza Calcio è, infatti, finalizzata a restituire alla tifoseria rossoblù e a tutti gli appassionati sportivi momenti di sana e attesa condivisione, nel rigoroso rispetto delle normative vigenti e con le necessarie prescrizioni a tutela della salute pubblica”

SICURI  – Si cita anche il bassissimo numero di contagi registrato in regione e la capienza dello stadio.  “Siamo convinti che dallo stadio “San Vito – Gigi Marulla”, uno degli impianti più capienti d’Italia e della Calabria,  regione che ha fatto registrare finora un basso numero di contagi, possa ripartire in totale sicurezza quel rapporto prezioso che lega ogni squadra al suo pubblico. Restituire vitalità ai nostri spalti con il dovuto senso di responsabilità e con le necessarie prescrizioni è una sfida che siamo disposti a raccogliere insieme all’intera e sempre matura comunità rossoblù”

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy