Il colpo di genio dello Stevenage: dall’oscurità alla fama mondiale, tra videogiochi e hamburger gratis

Il colpo di genio dello Stevenage: dall’oscurità alla fama mondiale, tra videogiochi e hamburger gratis

Stevenage Football Club, League Two inglese. Non certo la squadra più famosa del calcio di Sua Maestà. Eppure, chi frequenta Twitter avrà avuto modo di vedere tra gli hashtag il nome del club della cittadina a 30 miglia da Londra. Tutto merito di una strategia di marketing davvero eccezionale…

di Redazione Il Posticipo

Stevenage Football Club, League Two inglese. Non certo la squadra più famosa del calcio di Sua Maestà. Eppure, chi frequenta i social network e in particolare Twitter avrà avuto modo di vedere tra gli hashtag il nome del club della cittadina a 30 miglia da Londra. E i cinguettii aumentano di ora in ora. Cosa hanno combinato allo Stevenage per diventare così celebri in poco tempo? Come racconta Mundo Deportivo, tutto merito di una strategia di marketing davvero eccezionale. Che unisce calcio, videogiochi e hamburger.

#STEVENAGECHALLENGE – Il club inglese, che come sponsor sulla maglia ha il colosso del fast food Burger King, ha infatti lanciato una campagna mediatica che sta riscuotendo un enorme successo. La #StevenageChallenge è già trend e non è complicato capire perchè, visto che mette assieme due passioni abbastanza diffuse, come quella per il cibo e quella per il calcio virtuale. Il concetto è molto semplice: basta prendere lo Stevenage su FIFA 20 e…fare del proprio meglio, segnando, vincendo trofei e, naturalmente, postando il tutto sui social network. Anche perchè la ricompensa è di quelle parecchio gustose: le varie specialità di Burger King. Ovviamente, generosamente offerte dallo sponsor e non certo dalle casse della società!

FAMA…O FAME? – I videogiocatori di FIFA 20 hanno quindi a disposizione una serie di sfide, che una volta battute (con relativa testimonianza video sui propri profili Twitter, tag di Burger King e hashtag apposito) danno diritto a cibo gratis con il successivo ordine attraverso Uber Eats, il colosso della ristorazione take away che si è prestato a questa pazzesca operazione di marketing. Qualche esempio? Una tripletta con lo stesso giocatore vale tre hamburger, un gol da metà campo una porzione di patatine e così via. Il bello è che la cosa…sta funzionando eccome, con moltissimi video condivisi da parte dei giocatori con il logo dello sponsor in bella vista. Il concetto di base espresso dalla campagna, “rendere una piccola squadra la più grande di tutte online” sembra quindi sulla buona strada per avverarsi. E la fama è arrivata. O forse…è fame?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy