calcio

Il City giocherà la prossima Champions, le reazioni della rete: “Contano solo i soldi, ognuno può fare come vuole. Il Fair Play Finanziario è morto”

Dopo mesi di attesa e di speculazioni, arriva il giudizio del TAS sull'esclusione per due anni dalle coppe europee del Manchester City per violazioni del Fair Play Finanziario. Con una multa da dieci milioni di euro, Guardiola e ai suoi...

Redazione Il Posticipo

Dopo mesi di attesa e di speculazioni, arriva il giudizio del TAS sull'esclusione per due anni dalle coppe europee del Manchester City per violazioni del Fair Play Finanziario. E gli sceicchi vincono su tutta la linea, perchè il verdetto UEFA di febbraio viene ribaltato o quasi. Basta una multa da dieci milioni di euro per permettere a Guardiola e ai suoi di giocare la Champions anche nella prossima stagione, scongiurando di fatto il pericolo di un esodo di massa dall'Etihad. Una decisione destinata a far discutere, perchè a moltissimi sembra la pietra tombale sul sistema del FPF, che a questo punto, chiosa più di qualcuno, è facilmente aggirabile se si hanno le risorse per pagare multe.

REAZIONI - E non si sono fatte attendere le reazioni sui social, tra i tifosi dei Citizens (come Liam Gallagher) che festeggiano e quelli neutrali o delle squadre rivali che sono rimasti...perplessi a dire poco. "Non posso credere che l'esclusione sia stata cancellata. Praticamente ognuno può fare come vuole e poi pagare una multa, basta dichiarare che si riceve di più dagli sponsor"

Qualcuno è abbastanza laconico: "Il calcio è rotto".

E c'è chi annuncia la morte del Fair Play Finanziario: "RIP FPF. Doveva servire a qualcosa di buono (come evitare casi stile Malaga o Leeds), ma alla fine è stato solo utilizzato dai grandi club per mantenere le loro posizioni privilegiate"

I tifosi del City però non la pensano così: "Le squadre che spendono di meno speravano in una conferma della squalifica, ma finalmente giustizia è stata fatta"

Quelli dello United, dal canto loro, non hanno un'ottima opinione del TAS in questo momento...

Anche al Chelsea, che invece non ha potuto fare mercato per problemi di tesseramento di giovani, non sono felicissimi

In pratica, la sentenza secondo qualcuno è traducibile con una sola frase: "conta solo il denaro"

Oppure con un semplice rimprovero: "non fatelo più!"

Come prevedibile, dunque, parecchie polemiche. Ma intanto, Guardiola e i suoi possono festeggiare...