Il City Football Group non conosce crisi: la holding di Mansour acquista un club in Belgio

La crisi economica nel calcio colpisce tutti. Innegabile però che alcuni club abbiano a disposizione parecchi più fondi degli altri. È il caso del Manchester City, che con alle spalle il fondo sovrano per gli investimenti degli Emirati Arabi Uniti non ha granchè da preoccuparsi, come dimostrano gli ultimi investimenti…

di Redazione Il Posticipo

La crisi economica nel calcio causata dal coronavirus colpisce un po’ tutti, persino i grandi club. Innegabile però che, Fair Play Finanziario a parte, alcune società abbiano a disposizione parecchi più fondi degli altri. È il caso del Manchester City, che con alle spalle il fondo sovrano per gli investimenti degli Emirati Arabi Uniti non ha granchè da preoccuparsi per quello che succede in giro per il mondo. E a dimostrazione del fatto che all’Etihad non sembrano esserci avvisaglie di problemi, mentre tutti fanno in modo di recuperare quello che si sta perdendo a causa dello stop forzato proponendo tagli e utilizzando gli ammortizzatori sociali, arriva una nuova…sorella.

LOMMEL – Il City Football Group, la holding che possiede il club guidato da Guardiola, dà il benvenuto alla nuova squadra della grande famiglia City. Come racconta il Sun, dopo Manchester City FC (Inghilterra, 100% delle azioni,) New York City FC (Stati Uniti, 80%),  Melbourne City FC (Australia, 100%), Yokohama F. Marinos (Giappone, 20% ), Girona FC (Spagna, 44,3%) Montevideo City Torque (Uruguay, 100%). Sichuan Jiuniu FC (Cina, 28%) e Mumbai City FC (India, 65%), arriva anche la nona società: il SK Lommel, che attualmente milita nella seconda divisione belga. Il City Football Group, spiega il tabloid, ha coperto i due milioni di sterline di debiti del club ed è diventato il nuovo proprietario.

ESPANSIONE – Una mossa importante, anche in ottica futura. Con il Lommel sono ora due le squadre europee che fanno capo alla holding. E, in caso di promozione nella prossima stagione, il City avrebbe un’altra affiliata in una massima serie a cui spedire calciatori che non potrebbe tesserare a causa della Brexit, per poi farli tornare alla base una volta che la situazione del permesso di lavoro è divenuta favorevole. Il Sun spiega inoltre che il City Football Club potrebbe anche andare…in doppia cifra a breve. Tra gli obiettivi c’è infatti anche la società francese del Nancy (Ligue 2), per cui era stata presentata un’offerta, poi congelata a causa della pandemia. Se l’affare dovesse andare a buon fine, il City metterebbe piede anche oltralpe. Alla faccia della crisi…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy