Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Chelsea si interroga su Werner: ha la 11 ma anche il tedesco è colpito dalla maledizione del “9”

(Photo by Oli Scarff - Pool/Getty Images)

Il centravanti era il fiore all'occhiello del mercato dei blues.

Redazione Il Posticipo

Il Chelsea si interroga su Werner: anche il tedesco è colpito dalla maledizione del "9". Il centravanti era il fiore all'occhiello del mercato dei blues ma la sua stagione sinora non è stata esattamente indimenticabile. Impalpabile con Lampard, appena più presente, ma poche volte decisivo con Tuchel che perlomeno ha saputo toccare le corde giuste... sgridandolo in tedesco. C'è poco, comunque, da ironizzare. L'errore con la Macedonia del Nord ha sollevato vecchi fantasmi a Londra, dove sembra manifestarsi nuovamente la "maledizione del 9".

11 - E dire che il tedesco ci aveva messo del suo. Evitando accuratamente il numero... sfortunato. I blues hanno emesso un bonifico da 53 milioni di sterline e... ha scelto la maglia numero 11. Niente da fare. Eppure, sino a qualche mese fa,  è stato uno degli attaccanti più temuti d'Europa, segnando 34 reti in tutte le competizioni aiutando la sua squadra a raggiungere le semifinali di Champions League. Solo cinque gol in campionato in 28 partite non sembrano giustificare l'investimento. Werner però non è il bomber di alto profilo a incepparsi nel Chelsea.

PREDECESSORI - I predecessori, in questo senso, non mancano. In primis, fu Shevchenko, giunto a Londra per 31 milioni di sterline e due anni dopo aver vinto il Pallone d'Oro. L'ucraino aveva solo 29 anni ma non si è mai adattato alla Premier: solo quattro gol in 30 partite. Non è andata molto meglio ad Alvaro Morata. Il centravanti spagnolo è arrivato dal Real Madrid per 60 milioni di sterline, ma il trasferimento record non ha prodotto i frutti sperati. Un rigore in una sconfitta ai rigori contro l'Arsenal al suo debutto non lo ha aiutato. Ha concluso la sua prima stagione con 15 gol, prima di segnarne 9 in 24 partite in tutte le competizioni nella stagione successiva. Il Chelsea ha recuperato la maggior parte dei soldi vendendolo all'Atletico Madrid per 58 milioni di sterline. Flop anche per Higuain, fortemente voluto da Sarri. Il suo passo felpato non è da Premier e il prestito che lo ha portato a Londra nel gennaio 2019 non ha portato i frutti sperati. Cinque gol in 19 partite, con la doppietta contro l'Huddersfield. Insomma, prospettive non certo incoraggianti per Werner, che ha però tempo e modo per ripartire.