calcio

Il Chelsea pensa a un altro ex: Shevchenko

BUCHAREST, ROMANIA - NOVEMBER 30: Andriy Schevchenko, manager of Ukraine arrives at the UEFA Euro 2020 Final Draw Ceremony at the Romexpo on November 30, 2019 in Bucharest, Romania. (Photo by Dean Mouhtaropoulos/Getty Images)

L'ucraino sarebbe il favorito in caso di esonero di Lampard.

Redazione Il Posticipo

Lampard sempre più in bilico. E anche per Allegri non arrivano buone notizie da oltremanica. Il Chelsea, secondo il Sun punta su un altro grande ex. Shevchenko. L'ex rossonero, attualmente alla guida della nazionale ucraina, è il prescelto per la successione a Lampard.

CRISI -  I numeri sono pesanti, ma non condannano ancora l'ex calciatore. Lampard è sereno e come ha dichiarato pensa soltanto al campo. "Non è mio compito occuparmi di cosa pensino i dirigenti. Siamo rimasti imbattuti per 16 partite e un mese fa tutti mi chiedevano dove fosse il rinnovo del mio contratto. Adesso diranno il contrario".  Dalla sua, Lampard ha ancora un credito residuo, accumulato portando la sua ex squadra in Champions contro ogni pronostico, lo scorso anno. Il rendimento, però, nelle ultime settimane è crollato: Il Chelsea ha subito quattro sconfitte nelle ultime sei partite.  Quanto basta per aprire lo stato di crisi. L'ambiente non aiuta. I tifosi lo hanno già sentenziato: colpevole di non aver valorizzato una campagna acquisti faraonica. E anche il club inizia a chiedersi se sia il caso di continuare. E in questa ottica, nel caso la spirale di risultati diventasse insostenibile, ha pensato di rivolgersi a un altro... vecchio amico. Shevchenko.

 MOSCOW, RUSSIA - AUGUST 03: Andrey Shevchenko (L) of Chelsea competes for the ball with Digao of A.C. Milan during the Russian Railways Cup at the Lokomotiv Stadium on August 03, 2008 in Moscow, Russia. (Photo by Dima Korotayev/Epsilon/Getty Images)

MOSCOW, RUSSIA - AUGUST 03: Andrey Shevchenko (L) of Chelsea competes for the ball with Digao of A.C. Milan during the Russian Railways Cup at the Lokomotiv Stadium on August 03, 2008 in Moscow, Russia. (Photo by Dima Korotayev/Epsilon/Getty Images)

LEGAME - Il legame, fra dirigenza e tecnico, è fortissimo: e secondo quanto riportato dalle informazioni provenienti da oltremanica, i primi contatti sarebbero già stati avviati.  Attualmente allenatore dell'Ucraina ha ha un curriculum invidiabile alla guida della sua nazionale: è  riuscito a restituire competitività e a rivalutare una generazione che ha conquistato la qualificazione agli Europei. Dal 2016 ha vinto 21 delle sue 40 partite, è rimasto imbattuto e si è preso il lusso di precedere, nel girone, i campioni d'Europa del Portogallo. L'ex rossonero, fra l'altro, è rimasto sempre un uomo di fiducia del presidente, al netto del biennio non indimenticabile passato a Londra. Roman Abramovich lo ritiene l'uomo giusto per una eventuale sostituzione di Lampard.