Il caso Bale spacca il Real: nessun problema fisico, ma Zidane non lo convoca

Il gallese è stato ignorato dall’allenatore francese che ha conquistato la Supercoppa di Spagna lo scorso fine settimane battendo l’Atletico Madrid del Cholo Simeone in finale. Secondo la stampa spagnola, Gareth Bale è sempre più lontano dal Santiago Bernabeu…

di Redazione Il Posticipo

Il Real Madrid è pronto a tornare in campo nella Liga dopo aver conquistato la Supercoppa di Spagna contro l’Atletico Madrid. Gli uomini di Zinedine Zidane sfidano il Siviglia al Santiago Bernabeu e sono pronti a ricominciare il testa a testa col Barcellona (primo posto e 40 punti per entrambe dopo 19 gare). Lo spogliatoio dei Blancos però non ha mai pace: la mancata convocazione di Gareth Bale da parte del tecnico francese ha alzato un bel polverone.

NIENTE SUPERCOPPA – Secondo quanto riportato da As, il gallese ha recuperato dopo l’infezione alle vie respiratorie che lo ha costretto a saltare il torneo in programma in Arabia Saudita. Il Real ha dichiarato al quotidiano spagnolo che il giocatore non ha nessun problema fisico. Tutto fa pensare che dietro questa esclusione ci sia una ragione esclusivamente tecnica. Il gallese non sarà l’unico assente illustre contro il Siviglia: Sergio Ramos è fuori (distorsione alla caviglia), James Rodriguez e Mariano invece sono stati messi da parte sempre per scelta tecnica.

PROBLEMA BALE – Dopo la trasferta in Arabia Saudita, il Real è tornato alla base e Bale si è allenato insieme al gruppo come confermano le immagini che ritraggono il gallese al lavoro pubblicate sul sito del club. Quando è tornato al Real, Zidane aveva promesso che avrebbe fatto di tutto per recuperare Bale, ma il suo tentativo è caduto nel vuoto. Il gallese paga le dichiarazioni dopo la finale di Champions vinta contro il Liverpool a Kiev nel 2017-18 (“Devo giocare sempre, questa cosa non è accaduta in questa stagione. Sono rimasto fuori 5 settimane e non ho avuto regolarità. Devo parlarne col mio procuratore”). Il Consiglio d’Amministrazione non ha preso bene quelle parole e lo stesso Zidane si è sentito attaccato e ha deciso di lasciare il Real, ma oggi la situazione non è migliorata.

BALE PRIGIONIERO – Il gallese è prigioniero del suo ingaggio (17 milioni di euro a stagione fino al 2022) che i top-club europei al momento non sono disposti a mettersi sulle spalle. Il gallese aveva cominciato bene la stagione (doppietta al Villarreal alla 2^ giornata della Liga): da quel momento in poi però non ha più visto la porta. I frequenti problemi fisici, le sue fughe dallo stadio quando non fa parte dei convocati e le sue bravate col Galles tengono aperto il caso al Real. Il pubblico del Santiago Barnabeu oggi non ritiene più Bale un giocatore indispensabile. Il giocatore cambierà aria in questa finestra di mercato? Difficile, ma che il gallese resti al Real a vita è sempre più improbabile.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy