Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Carletto furioso: Everton k.o. con le riserve del Liverpool, Ancelotti mette mezza squadra sul mercato

(Photo by Michael Regan/Getty Images)

Due vittorie di fila e poi due sconfitte di misura contro Pep Guardiola e Jürgen Klopp: tanto è bastato a Carlo Ancelotti per perdere le staffe e infuriarsi coi suoi giocatori dopo appena due settimane all'Everton. L'ex allenatore del Napoli...

Redazione Il Posticipo

Quattro partite possono bastare per diventare furiosi: sul volto di Carlo Ancelotti è scomparso il sorriso dopo appena due settimane di mandato all'Everton. Le due vittorie con Newcastle e Burnley forse avevano illuso l'allenatore, che ha scelto di tornare in Inghilterra dopo l'esonero al Napoli. Stando a quanto riportato dalla stampa inglese, Ancelotti avrebbe perso definitivamente la pazienza coi suoi giocatori dopo il brutto passo falso nel terzo turno di FA Cup.

CARLO FURIOSO - Secondo il Sun Sport, il manager ha perso le staffe in seguito alla sconfitta subita nel derby di Liverpool in cui Jürgen Klopp ha mandato in campo le riserve. Ancelotti non ha digerito la sconfitta della sua squadra, battuta di misura in seguito al gol segnato da Curtis Jones, nuova stellina della casa dopo essere partito dai sobborghi di Liverpool. L'eliminazione brucia per l'Everton e Ancelotti pensa già a rivoluzionare la sua rosa.

RIVOLUZIONE - Tra i primi a partire ci sarebbe Gylfi Sigurdsson: il regista islandese è valutato 53 milioni di euro e ha ancora 18 mesi di contratto da quasi 6 milioni l'anno. Nonostante questo, potrebbe lasciare la squadra in questa sessione di mercato. L'islandese ha parlato dopo la sconfitta di Anfield: "Nessuno è felice quando si perde, siamo fuori dalla FA Cup. Tutti quanti, tifosi e staff e giocatori, sono delusi. Nel primo tempo avremmo potuto fare di più, ma non abbiamo rischiato. Abbiamo deluso". Sigurdsson non sarà l'unico a partire: alla porta ci sono il difensore  Michael Keane, il centrocampista Morgan Schneiderlin, gli attaccanti Theo Walcott e Cenk Tosun. A sorpresa anche Jordan Pickford rischia il posto: Ancelotti ha ordinato al direttore sportivo Marcel Brands di trovare un sostituto.

STELLINA - Non solo bocciati però. Secondo la stampa inglese, Ancelotti starebbe pensando di mandare in campo la stellina Anthony Gordon nella trasferta di Brighton in programma sabato in Premier League. Il 18enne originario di Liverpool ha giocato già con la formazione Under 23 e si è già seduto in panchina nei quarti di finali di Carabao Cup contro il Leicester il mese scorso (sconfitta ai calci di rigore). Gordon piace tanto al Chelsea, ma Ancelotti non vuole commettere errori di valutazione: farlo esordio potrebbe essere la carta giusta per trattenerlo.