Il calvario di Robben: “Ho provato di tutto ma non fa differenza, continuo ad avere problemi…”

Il calvario di Robben: “Ho provato di tutto ma non fa differenza, continuo ad avere problemi…”

Torna la Champions League, tornano le facce familiari delle big d’Europa. Ma con tutta probabilità ne mancherà una. Che, a ben vedere, manca da un bel po’. Arjen Robben non vede il campo dal 27 novembre e non sembra in grado di uscire dal tunnel degli infortuni…

di Redazione Il Posticipo

Torna la Champions League, tornano le facce familiari delle big d’Europa. Tra i big match della prossima settimana spunta un interessantissimo Liverpool-Bayern Monaco, con gli uomini di Kovac che affrontano i vicecampioni d’Europa in carica. Ma tra le grandi stelle della partita, con tutta probabilità ne mancherà una. Che, a ben vedere, manca da un bel po’. Arjen Robben non vede il campo dal 27 novembre, con la sua ultima presenza registrata proprio in Champions League contro il Benfica. E celebrata con due gol, il che non guasta mai. Ma da quel momento in poi, complice anche la pausa, niente più apparizioni.

PROBLEMI – I soliti problemi muscolari? Sì, ma anche l’età che avanza non aiuta per niente un calciatore che in carriera è sempre stato molto soggetto a infortuni più o meno gravi. E stavolta la difficoltà di tornare in una condizione accettabile sembra davvero insormontabile. Lo ammette lo stesso olandese alla BILD. “Ho provato di tutto, ma non fa differenza. Un paio di volte sono stato vicino al rientro e mi sono allenato di nuovo con i miei compagni, ma poi ho ricominciato ad avere problemi”. E quindi ancora lavoro differenziato e conteggio dei minuti giocati inferiore a quota mille, nonostante i bavaresi siano stati impegnati in quattro competizioni.

CALVARIO – Un vero e proprio calvario, complicato da affrontare a 35 anni e con un contratto in scadenza. Si avvicina la data del ritiro per l’olandese volante? Il calciatore non lo ammette, ma ha lasciato intendere qualche mese fa che non è previsto un fine carriera esotico. L’esterno conferma di sentirsi “frustrato” da questa situazione. E di non riuscire a capire con precisione da cosa derivino i suoi acciacchi fisici. “Il problema è che non riusciamo a capire esattamente cos’è che mi sta succedendo. È una situazione davvero complicata”. Così come è complicata la stagione del Bayern. Che, sebbene in recupero, è ancora 5 punti sotto al Borussia in Bundesliga. E che si trova ad affrontare la sua nemesi Klopp senza una delle sue stelle…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy