Il calvario di Lamela e la sofferenza di Mou: “Non riesce ad allenarsi, mi ha detto che non ce la faceva neanche a venire in panchina…”

Il calvario di Lamela e la sofferenza di Mou: “Non riesce ad allenarsi, mi ha detto che non ce la faceva neanche a venire in panchina…”

Ci sono calciatori che hanno un talento smisurato, ma che viene eguagliato dalla sfortuna. Ed è certamente il caso di Erik Lamela. L’argentino è di nuovo alle prese con un infortunio. Non una novità, considerando che ha rischiato di dover smettere per un problema all’anca. E il suo allenatore ne soffre…

di Redazione Il Posticipo

Ci sono calciatori che hanno un talento smisurato, ma che viene eguagliato dalla sfortuna. Ed è certamente il caso di Erik Lamela. L’argentino, acquistato dalla Roma ai tempi di Luis Enrique e grandissimo protagonista nella stagione con Zeman, è di nuovo alle prese con un infortunio. Non una novità, considerando che la sua cartella clinica al Tottenham fa decisamente paura. Più di cento partite saltate in sei stagioni, compreso un periodo di oltre un anno fermo per problemi all’anca. Ora, con l’arrivo di Mourinho, il Coco fa di tutto per mettersi a disposizione del tecnico portoghese. Ma, come spiega Football London, il suo è un vero calvario.

DOLORE – Molto semplicemente, Lamela non riesce ad allenarsi. Il suo infortunio alla coscia, che lo ha colpito a ottobre e lo ha tenuto totalmente fermo fino a dicembre, non sembra essere del tutto superato. Al punto che, come ha spiegato Mourinho la scorsa settimana, l’argentino non è in grado di svolgere i programmi con i compagni. “Con noi zero allenamenti, ha un problema, ma credo che domenica sarà in panchina e ci darà quel che può”. E invece no, contro i Wolves Lamela in panchina non c’è e Mourinho non può che spiegare il motivo con la sua classica schiettezza. “Ho portato Parrott perchè Lamela mi ha detto che non ce la faceva neanche a venire in panchina”.

LA STIMA DI MOU – Una situazione, quella degli infortuni costanti, che sta trasformando le stagioni dell’ex romanista in un vero e proprio incubo. Ma nonostante questo, Lamela si mette sempre a disposizione del tecnico. “Il desiderio di giocare c’è, il talento anche. Erik è un ragazzo splendido, un professionista invidiabile. In circostanze normali, se non ce la fai ad allenarti non giochi neanche. Ma ci sono momenti, quando attacchiamo, in cui anche senza allenarsi può darci qualcosa. E lo ringraziamo per questo”. Stima di Mou a parte, per il classe 1993 però continuano i problemi. Non c’è più il rischio di dover smettere, come invece poteva accadere quando Lamela è stato costretto ad operarsi all’anca. Ma di certo, non è la carriera che il Coco e i suoi tanti tifosi sognavano…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy