Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Borussia ha deciso: esonerato Favre dopo la debacle con lo Stoccarda

Il Borussia Dortmund per un giovane calciatore è il luogo perfetto dove crescere. Va un po' peggio agli allenatori, perchè dopo Jürgen Klopp non è che ci sia stata poi tutta questa continuità. Anzi, spesso e volentieri i rapporti con i...

Redazione Il Posticipo

Il Borussia Dortmund per un giovane calciatore è il luogo perfetto dove crescere. Non sorprende dunque che talenti come Haaland o Bellingham abbiano scelto proprio il club giallonero come tappa fondamentale per la loro scalata al successo. Va un po' peggio agli allenatori, perchè dopo Jürgen Klopp, l'ultimo in grado di portare il titolo al Signal Iduna Park prima del dominio incontrastato del Bayern Monaco, non è che ci sia stata poi tutta questa continuità. Anzi, spesso e volentieri i rapporti con i tecnici sono finiti con un esonero. E Lucien Favre non fa eccezione, perchè il Borussia ha appena annunciato attraverso i social che non è più l'allenatore della prima squadra dopo la pessima sconfitta casalinga contro lo Stoccarda.

ESONERO - Una decisione che era nell'aria, nonostante i tedeschi si siano comunque qualificati alla fase a eliminazione diretta della Champions. Il problema però è il cammino in campionato, considerando che nonostante qualche frenata inattesa del Bayern Monaco (come quella contro l'Union Berlino) i gialloneri non solo non ne hanno approfittato, ma sono attardati anche rispetto ad altre concorrenti come il Lipsia e il Bayer Leverkusen. Il crollo casalingo nell'ultima giornata ha affrettato la decisione della dirigenza, che non ha digerito il capitombolo ma che comunque aveva già qualche dubbio nei confronti dello svizzero. Che paga anche l'assenza di Haaland, preservato per quanto possibile ma che ora ha lasciato il Borussia senza i suoi gol fino almeno al 2021.

 (Photo by Christof Koepsel/Bongarts/Getty Images)

MALEDIZIONE - Il comunicato del club, che spiega che al momento la squadra è affidata all'assistente Terzic, è arrivato con tanto di commento da parte dell'amministratore delegato Watzke. "Siamo tutti grati a Lucien Favre per l'ottimo lavoro svolto negli ultimi due anni e mezzo, in cui lui e la sua squadra sono arrivati due volta al secondo posto. Come professionista e come persona, Lucien Favre è al di fuori da ogni critica". Eppure anche questo pensiero dell'AD non ha permesso allo svizzero di salvare la panchina e di fare la fine di Stroger, Bosz e Tuchel. Ovvero, tutti quelli che hanno preso il posto di Klopp dal 2015. E chissà che a Dortmund ora non si cominci a parlare...di maledizione di Herr Jürgen...