Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Benfica e i suoi tifosi si stringono intorno a Yaremchuk che scoppia in lacrime

L'attaccante ucraino, durante la sfida giocata al Da Luz contro il Vitoria Guimares, si è sciolto in un pianto dirotto, evidentemente emozionato dalla grandissima accoglienza riservatogli dai tifosi della squadra di casa.

Redazione Il Posticipo

Il Benfica e i suoi tifosi si stringono intorno a Yaremchuk. L'attaccante ucraino, durante la sfida giocata al Da Luz contro il Vitoria Guimares, si è sciolto in un pianto dirotto, evidentemente emozionato dalla grandissima accoglienza riservatogli dai tifosi della squadra di casa. Il ragazzo, nell'ultima partita giocata in Champions League, aveva esultato mostrando il simbolo dell'Ucraina. Un primo, forte, messaggio legato a quanto sta accadendo nell'est Europa.

ABBRACCIO - Nel frattempo la guerra continua e lascia aperte le porte al dialogo ma anche a scenari alquanto cupi. In questo senso, le immagini che arrivano dal Portogallo rappresentano un messaggio di speranza verso una pace che sembra raggiungibile ma non vicinissima. A trenta minuti dalla fine di una partita vinta 3-0 dal Benfica, il tempo si è fermato all'Estádio da Luz. Yaremchuk, pronto a bordo campo per scendere in campo, ha ricevuto un tributo talmente emozionante da sciogliere i nervi già provati da tumulti interni inevitabili in una situazione del genere.

 LISBON, PORTUGAL - FEBRUARY 23: Roman Yaremchuk of Benfica celebrates with teammate Darwin Nunez after scoring their team's second goal during the UEFA Champions League Round Of Sixteen Leg One match between SL Benfica and AFC Ajax at Estadio da Luz on February 23, 2022 in Lisbon, Portugal. (Photo by Octavio Passos/Getty Images)

PROVATO - Al momento di subentrare al compagno, come riportato da record, tutto l’ambiente ha voluto manifestargli la propria vicinanza. Al suo ingresso in campo, tutti gli spettatori si sono alzati in piedi, dedicandogli una standing ovation ed applaudendolo a più non posso. I compagni, invece, lo hanno immediatamente omaggiato della fascia da capitano. Tu chiamale se vuoi, emozio Il calciatore ha fornito il suo contributo alla vittoria. Un 3-0 che lo ha aiutato, per qualche ora, a dimenticare quanto di brutto e difficile da accettare sta accadendo nel suo paese. E il Benfica ha regalato una nuova serata speciale per il calcio e la politica europea.