Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il bel gesto del giovanissimo Longstaff: guadagna 850 sterline a settimana e…si taglia lo stipendio in favore del servizio sanitario

Chi l'ha detto che tutti i calciatori sono strapagati? Il caso di Matt Longstaff, promettente centrocampista del Newcastle, lo spiega abbastanza chiaramente. E nonostante il classe 2000 guadagni appena 50mila sterline all'anno, ha deciso di donare...

Redazione Il Posticipo

Chi l'ha detto che tutti i calciatori sono strapagati? Certo, per chi gioca con una certa continuità in Premier League ci si aspettano cifre importanti a fine mese nel conto in banca... Ma non è detto che debba per forza essere così. Il caso di Matt Longstaff, promettente centrocampista del Newcastle, lo spiega abbastanza chiaramente. Longstaff , classe 2000, è l'ultimo prodotto del vivaio dei Toons e si è messo in mostra nell'ultima stagione di Premier League, facendo molto bene e firmando addirittura il gol che è valso la vittoria alla squadra di Steve Bruce contro il Manchester United a ottobre e ripetendosi nella sconfitta contro i Red Devils dello scorso gennaio.

50MILA STERLINE - Per essere un calciatore in ascesa, Longstaff guadagna relativamente poco: il suo stipendio annuale ammonta a circa 50mila sterline, perchè il suo contratto è ancora quello che ha firmato poco dopo il debutto in prima squadra. Le trattative per il prolungamento del suo accordo, che scade a giugno 2020, non hanno trovato quella che sembrava essere la naturale prosecuzione del rapporto del giocatore con il club bianconero. Ma la notizia di questi giorni non è assolutamente quella. Il salario di Longstaff è tornato alla ribalta per motivi assai più nobili e legati all'epidemia di coronavirus che tanti problemi sta creando al mondo del calcio.

TAGLIO - Il centrocampista del Newcastle non sarà tra i più ricchi calciatori di Premier, anzi, ma di certo è uno di quelli che più ha sentito di voler fare qualcosa. Come spiega il Chronicle, Longstaff ha deciso di donare il 30% del suo salario settimanale (che ammonta a circa 1000 euro, 850 sterline) al servizio sanitario britannico, che come in tutti i paesi colpiti dalla pandemia sta faticando non poco a combattere il Covid-19. Un gesto che gli è valso il plauso dell'intero mondo del pallone inglese, ma anche dei suoi tifosi. Che ormai sono quasi rassegnati a perderlo a parametro zero, ma non possono che apprezzarlo: "È una leggenda: 850 sterline a settimana per un giocatore di Premier sono uno stipendio ridicolo, ma lui se lo taglia comunque. Quando se ne andrà altrove gli auguro tutto il meglio". Complicato dare torto ai supporter del Newcastle...