Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Bayern strappa anche Nagelsmann al Lipsia e il web insorge: “La Bundesliga è un campionato ridicolo”

LEIPZIG, GERMANY - MARCH 03: Julian Nagelsmann, Head Coach of RB Leipzig speaks during a TV Interview prior to the DFB Cup quarter final match between RB Leipzig and VfL Wolfsburg at Red Bull Arena on March 03, 2021 in Leipzig, Germany. Sporting stadiums around Germany remain under strict restrictions due to the Coronavirus Pandemic as Government social distancing laws prohibit fans inside venues resulting in games being played behind closed doors. (Photo by Stuart Franklin/Getty Images)

Julian Nagelsmann sarà il nuovo allenatore del Bayern Monaco. Dopo Upamecano, il Bayern si prende in anticipo anche l'allenatore dell'unica rivale che ha avuto in questo campionato. E sui social molti non la prendono bene...

Francesco Cavallini

La notizia era nell'aria e alla fine è arrivata la conferma ufficiale, Julian Nagelsmann sarà il nuovo allenatore del Bayern Monaco. Il tecnico del Lipsia ha confermato che lascerà il club sassone a fine campionato per unirsi agli otto (e presto nove) volte consecutive campioni di Germania. Uno...scherzetto costato abbastanza ai bavaresi, visto che la Bild parla di circa 25 milioni di euro in compensazione al Lipsia, dato che non c'era una clausola di uscita dal contratto di Nagelsmann fino al 2023. Dunque, dopo Upamecano, il Bayern si prende in anticipo anche l'allenatore dell'unica rivale che in questo campionato ha provato a opporsi al suo strapotere. E sui social molti non la prendono bene, anche considerando la questione Superlega.

FARMERS LEAGUE - Come già avvenuto con l'annuncio dell'acquisto del difensore francese, sotto il post su Twitter che annuncia Nagelsmann arrivano infatti tutti quelli che si lamentano di come il Bayern utilizzi la Bundesliga come...serbatoio. "Prima comprano tutti i giocatori delle altre, ora gli allenatori, il Bayern si sta prendendo gioco di questo ridicolo campionato", spiega un utente. "Ecco perchè loro non hanno bisogno della Superlega", chiosa qualcun altro. Un argomento che tirano fuori in molti: "Dicono no alla Superlega ma poi si comprano persino gli allenatori, è ipocrita". E da parte di molti altri tifosi, il grido è pressochè unanime, "farmers league", campionato di contadini, ovvero il modo in cui nel Regno Unito si definiscono tornei...non proprio degni di essere considerati tali. E la cosa assurda è che qualcuno di questi è addirittura supporter del Bayern. Evidentemente, vincere sempre stanca persino chi lo fa da decenni.

PROGRAMMAZIONE BAYERN - Dunque, per confermare il suo strapotere sulla Bundesliga il Bayern guarda di nuovo al mercato interno e si assicura quello che in ogni caso era considerato il meglio su piazza. Una scena che si è vista un paio di mesi fa con l'annuncio dell'acquisto di Upamecano, costato 42 milioni, che si va ad aggiungere ai tanti altri calciatori arrivati da squadre tedesche. Non che in Germania al Bayern i giocatori li regalino, considerando le spese dell'ultimo decennio (Pavard 35, Süle 20, Wagner 13, Hummels 35, Kimmich 8,5, Götze 37, Mandzukic 13, Neuer 30, Luiz Gustavo 17), ma è anche vero che il fascino del club riesce anche a convincere alcuni campioni a lasciare le loro squadre a parametro zero (Lewandowski e Goretzka su tutti). Un qualcosa che però, come conferma il caso Alaba, succede anche allo stesso Bayern. Dove sta la verità, dunque? Sicuramente nella programmazione del club. Che non per niente, della Superlega non aveva poi così tanto bisogno.