Il Bayern mette a dieta il…gordito James: meno mangiare, più giocare

Il Bayern mette a dieta il…gordito James: meno mangiare, più giocare

Con Kovac il colombiano ha avuto qualche scontro. E il risultato è che James è spesso finito in panchina. Pochi minuti, poca forma partita e…poca forma in generale. E quindi, come succede spesso, dopo le feste di Natale è ora di fare una dieta.

di Redazione Il Posticipo

Il futuro di James Rodriguez è un punto interrogativo. Difficile pensare che il Bayern eserciti la sua opzione per acquistare il colombiano, se non per rivenderlo a prezzo maggiore. A meno che i bavaresi non cambino allenatore. Con Ancelotti e con Heynckes l’ex calciatore del Real Madrid (che comunque detiene ancora il suo cartellino) era un elemento fondamentale della squadra. Con Kovac, beh, ci sono stati degli scontri più o meno evidenti. E il risultato è che James è spesso finito in panchina. Il che ha avuto conseguenze anche di altro tipo. Pochi minuti, poca forma partita e…poca forma in generale. E quindi, come succede spesso, dopo le feste di Natale è ora di fare una dieta.

SOVRAPPESO? – La Bild pubblica infatti le tredici regole che il Bayern Monaco ha dato al colombiano, da accompagnarsi a una dieta ferrea. Un modo come un altro per dire che James non gioca perchè…sovrappeso? L’impressione è quella, anche perchè Kovac ha sempre avuto una certa predilezione per un calcio abbastanza atletico. E non sorprenderebbe sapere che il capocannoniere del mondiale 2014 è fuori dalle rotazioni perchè, come accade a molti calciatori sudamericani, se non gioca spesso tende ad accumulare chili di troppo. Quindi, anche se non dovesse restare l’anno prossimo, meglio rimetterlo in forma per la lotta per il Meisterschale, visto che un giocatore come James fa comunque sempre comodo.

DIETA – Ma quali sono le regole che lo staff sanitario ha imposto al colombiano? Beh, nulla di trascendentale. Cinque pasti al giorno, frutta e verdura in abbondanza, pochi condimenti e mai saltare la colazione. Oltre alla possibilità di sgarrare una volta a settimana e di sostituire qualcosa nella lista degli alimenti con cibi di cui si apprezza di più il sapore. Insomma, una dieta vera e propria, più un vademecum per chi deve perdere peso piuttosto che uno studio approfondito sull’alimentazione, come invece accade a Messi, Cristiano Ronaldo e altri colleghi. Il messaggio del Bayern sembra abbastanza chiaro: “meno mangiare, più giocare”. Il colombiano lo farà suo?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy