Il Bayern fa a pezzi il Borussia, ma per Rummenigge Kovac…rischia ancora: “Nessuno ha il posto garantito…”

Il Bayern fa a pezzi il Borussia, ma per Rummenigge Kovac…rischia ancora: “Nessuno ha il posto garantito…”

Basta vincere lo scontro diretto contro la prima in classifica ed effettuare il sorpasso per tenersi stretta la panchina? Assolutamente no. Quella di Niko Kovac è ancora parecchio traballante, almeno a sentire Karl-Heinz Rummenigge dopo il match…

di Redazione Il Posticipo

Stavolta Niko Kovac pensava davvero di avercela fatta. Complicato dargli torto, perchè vincere per 5-0 il big match che può decidere la Bundesliga non è mica roba da tutti. Arrivato il sorpasso, ora il campionato è di nuovo nelle mani del Bayern Monaco. Che, nonostante una partenza decisamente al di sotto degli standard, ha approfittato di qualche frenata di troppo del giovane e inesperto Borussia Dortmund. E ora, con sei partite da giocare, è in vetta alla classifica. Quanto basta per passare un weekend di relax, dopo le tante critiche ricevute nel corso della stagione? Macchè, al Bayern…non si può mai stare tranquilli.

KALLE – E quindi arriva la stoccata presidenziale. Karl-Heinz Rummenigge ha parlato dopo la partita e ha fatto delle dichiarazioni, riportate da Eurosport, che probabilmente non faranno dormire sonni sereni al tecnico croato. Che sì, è stato bravo, ma non può assolutamente rilassarsi. Neanche quando l’opera sarà portata a termine! “Nessuno ha il posto garantito al Bayern Monaco”. E visto che negli anni sono stati licenziati fior di allenatori, compreso Re Carlo Ancelotti, Kovac farà bene a non considerare le parole dell’ex interista come un semplice modo di tenerlo sulla corda. L’unico modo per tenersi stretto il posto di lavoro? Vincere. E chissà, potrebbe anche non bastare!

PRESSIONE – Del resto a Monaco di Baviera si ragiona così… “Bisogna ottenere risultati, al Bayern è un principio fondamentale. E chiunque deve essere in grado di resistere a questa pressione. Perché se non sei in grado di farlo, beh, sei nel club sbagliato”. Finora, anche se con qualche problema di troppo, Kovac ce l’ha fatta. Ha ripreso per i capelli un campionato che sembrava ormai perso, ma l’eliminazione in Champions per mano del Liverpool non è assolutamente andata giù alla dirigenza. Da vincere ci sono dunque ancora Bundesliga e coppa di Germania. Una doppietta dovrebbe bastare al croato per andare in vacanza sereno. Ma se uno dei due obiettivi, soprattutto il campionato, dovesse saltare, l’impressione è che Kovac potrebbe godersi il mare di casa sua anche dopo l’estate…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy