Il Bayern è antisportivo e…se ne vanta: “Il trucchetto lo conosciamo, fare finta di avere i crampi…”

Il Bayern è antisportivo e…se ne vanta: “Il trucchetto lo conosciamo, fare finta di avere i crampi…”

La perdita di tempo è qualcosa che i legislatori del pallone stanno cercando in tutti i modi di debellare. Ma c’è un metodo per sprecare secondi preziosi che non è assolutamente evitabile: se qualcuno si butta a terra, c’è davvero poco da fare. Al Bayern lo sanno e lo sfruttano a dovere…

di Redazione Il Posticipo

Le regole nel calcio sono uguali per tutti. E tutti quanti usano gli stessi metodi…per non rispettarle. La perdita di tempo, ad esempio, è qualcosa che i legislatori del pallone stanno cercando in tutti i modi di debellare. E quindi via alle sostituzioni in ogni punto del campo, tolleranza zero per chi allontana il pallone e per chi esulta troppo a lungo. Ma c’è un metodo per sprecare secondi preziosi che non è assolutamente evitabile: se qualcuno si butta a terra, c’è davvero poco da fare. Anche perchè non è che sia semplicissimo dimostrare che qualcuno sta simulando un infortunio…

CRAMPI – Questo lo sa bene anche Niko Kovac, che ad Anfield ha fatto sì che tutti i suoi calciatori ricorressero a qualsiasi sistema per portare a casa un pareggio da Liverpool. Certo, sarebbe stato meglio segnare, ma già non aver perso contro i vice-campioni d’Europa in carica può essere considerato un risultato importante. Al punto che negli ultimi minuti i tedeschi hanno deciso di giocare in maniera conservativa, rimandando gli assalti a quando giocheranno tra le mura di casa all’Allianz Arena. Nel frattempo, però, se c’è modo di perdere tempo, meglio. E l’allenatore dei bavaresi ha confermato che i crampi di Javi Martinez…non erano proprio crampi.

TRUCCHETTO – “Il trucchetto lo conosciamo tutti, quando sei vicino al fischio finale cerchi di perdere un po’ di tempo. I dati della prestazione di Javi Martinez erano buoni, segnalano che non poteva proprio avere i crampi. Ha recitato un pochino”. Queste le dichiarazioni di Kovac a Sky Sports nel post-partita. Un qualcosa che certamente non farà piacere alla UEFA e soprattutto a chi dovrà arbitrare le prossime partite dei bavaresi. Che come conferma il tecnico, sono recidivi: “Ultimamente a Berlino Coman ha fatto finta di avere un crampo, ma non era vero. Ma dobbiamo portare calma in certi momenti della partita. I miei ragazzi sono esperti e sanno come fare”. Come biasimare però gli arbitri se d’ora in poi non si fideranno dei tedeschi?

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy