Il Barcellona…tifa River: se i Millonarios vincono la Libertadores, Valverde out e Gallardo al Camp Nou

Il Barcellona…tifa River: se i Millonarios vincono la Libertadores, Valverde out e Gallardo al Camp Nou

Vincere non basta, neanche in rimonta e in Champions League. Il Barcellona ha ripreso per i capelli la sfida con l’Inter, ma questo non significa certo che la panchina di Valverde sia improvvisamente diventata più solida. E il rivale più accreditato…arriva dall’Argentina!

di Redazione Il Posticipo

Vincere non basta, neanche in rimonta e in Champions League. Il Barcellona ha ripreso per i capelli la sfida con l’Inter, prima evitando una sconfitta che avrebbe creato più di qualche problema per la qualificazione, poi addirittura portando a casa i tre punti e mettendo nei guai Conte. Ma questo non significa certo che la panchina di Valverde sia improvvisamente diventata più solida. La Liga, che nelle due stagioni precedenti ha di fatto salvato il tecnico dall’esonero, stavolta sta regalando poche soddisfazioni. E come riporta TNT Sports, la società catalana si guarda intorno, con un occhio particolarmente interessato…alla Copa Libertadores.

GALLARDO – Il River Plate, anche se i Millonarios faranno tutti gli scongiuri del caso, potrebbe aver ipotecato la seconda finalissima in due anni, battendo al Monumental il Boca per 2-0. E il tecnico dei biancorossi, Marcelo Gallardo, rischia di passare ulteriormente alla storia dopo il Super Superclasico vinto lo scorso anno a Madrid. La doppietta in Libertadores è cosa assai rara, soprattutto di questi tempi, considerando che l’ultima è stata fatta proprio dal Boca di Carlos Bianchi tra 2000 e 2001. Quanto potrebbe bastare per El Muneco per fare il grande salto al di là (anzi, al di qua) dell’Atlantico. Anche perchè, spiegano in Argentina, il Barça è molto interessato al tecnico del River. Gallardo, che ha vinto anche la Libertadores 2015, sarebbe infatti la prima opzione della dirigenza catalana nel caso il rendimento dei blaugrana non dovesse migliorare.

FINE NOVEMBRE – Valverde dunque resta sulla graticola e la fine della telenovela potrebbe andare in onda dopo il 23 novembre. Quel giorno, infatti, si giocherà la prima finale unica della storia della Libertadores. Una eventuale seconda affermazione consecutiva del River potrebbe essere abbastanza per Gallardo, sia per convincere ulteriormente il Barcellona, che per potersi permettere di chiedere al presidente D’Onofrio di essere liberato dal suo contratto, che scade nel 2021. Certo, si sarebbe in pieno campionato, ma in SuperLiga il River non convince e il torneo nazionale non sembra un obiettivo. Al contrario, fine novembre potrebbe essere tardi per le ambizioni in Liga del Barça, che però con Gallardo avrebbe tutto il tempo di preparare la fase a eliminazione in Champions. Sempre ammesso che nel frattempo Valverde…non crolli anche in Europa!

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy