Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Barcellona fa i conti: liberarsi di Koeman costerebbe come… un giocatore

(Photo by David Ramos/Getty Images)

Molti validi giocatori si possano acquistare con 12 milioni. Ecco, i blaugrana possono spenderli per prendere un rinforzo o... per esonerare Ronald Koeman.

Redazione Il Posticipo

Gerard Piqué, Martin Brathwaite, Iliax Moriba, Samuel Umtiti, Sergio Busquets, Moussa Wague, Junior Firpo e Neto. Questi sono i giocatori del Barcellona il cui valore di mercato è minore o uguale a 12 milioni di euro.  Tutti diversi, tutti validi per motivi diversi. E se ce ne sono tanti nel solo Barcellona, si pensi quanti validi giocatori si possano acquistare con quella cifra. Ecco, i blaugrana possono spenderli per prendere un rinforzo o... per esonerare Ronald Koeman.

PROGETTI - La stagione dell'allenatore olandese a Barcellona non è stata un granché. Male all'inizio, meglio verso il finale ma niente di eccezionale. Durante la stagione, però, a Barcellona c'è stata la rivoluzione in società: prima le dimissioni di Josep Maria Bartomeu, poi le elezioni con il trionfale ritorno di Joan Laporta. Il nuovo presidente vorrebbe mettere la firma su un progetto sportivo ex novo ma non può farlo con un  allenatore che non sia Koeman. Non per la prossima stagione, almeno. Stando a quanto riporta il Mundo Deportivo, delle fonti vicine a Koeman avrebbero fatto trapelare all'emittente RAC1 che rescindere il suo contratto costerebbe al club 12 milioni di euro. Abbastanza soldi per rinforzare la rosa con un giovane di belle speranze.

 (Photo by VI Images via Getty Images)

COSTA MOLTO - Certo, Koeman ha voluto trattenere Coutinho lo scorso anno ma il brasiliano ha fatto un altro fiasco a Barcellona. Il suo valore di mercato è di 40 milioni e chissà, riuscendo a vendere il trequartista, magari il Barcellona si sentirebbe più libero anche di cambiare direzione in panchina. In ogni caso, da contratto, il Barça dovrebbe pagare a Koeman (in caso voglia esonerarlo) tutto lo stipendio della prossima stagione più gli arretrati, 3 o 4 milioni di euro corrispondenti alla cifra che calciatori e allenatore hanno autorizzato il club a posticipare per via della crisi dovuta alla pandemia. La cifra da pagare alla federazione olandese per averle soffiato l'allenatore è già stata versata. Insomma, non esattamente il massimo per un club che è già alle prese con un passivo importante. E un motivo abbastanza buono per tenersi un tecnico, anche se molti a Barcellona ne farebbero volentieri a meno…