Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Il Barcellona cambia programmi: possibile una preseason in Asia

L'evolversi della situazione del Covid-19 spinge il Barcellona a rivedere i propri programmi. La società catalana potrebbe decidere per un tour estivo. In Asia però.

Redazione Il Posticipo

Il Barcellona cambia programma secondo quanto riportato da AS il club balugrana potrebbe optare per il classico tour asiatico nella preseason. La decisione, riporta il quotidiano spagnolo, sarebbe maturata in seguito all'evolversi della situazione legata alla pandemia.

ASIA - Sino a qualche settimana fa il Barcellona aveva disdetto qualsiasi impegno estivo. Niente tour in Asia o negli USA, sebbene entrambi gli appuntamenti rappresentassero una fonte di reddito importantissima per l'economia del club. La situazione, però, nelle ultime settimane. è radicalmente cambiata: la situazione richiede misure che riducano il danno economico generato dalla crisi del coronavirus. E dunque l'opzione del tour è di nuovo sul tavolo. Un'opzione che oggi interesserebbe però esclusivamente l'Asia. Non una scelta casuale:  il Barça ha i suoi grandi sponsor in quel continente.

SCELTA - Una scelta dettata dalla necessità: all'inizio della stagione,il Barcellona aveva  deciso di non effettuare alcun tour promozionale per vari motivi. In primis, perchè  la maggior parte dei principali giocatori avrebbero giocato la Copa America, e gli Europei. E poi il tour, come filtrerebbe dallo spogliatoio, è stato considerato deleterio e "colpevole" dell'inizio di stagione del Barcellona allenatosi poco e durante le trasferte fra Giappone e  Stati Uniti in un accumulo di chilometri che ha impedito alla squadra di allenarsi in condizioni durante un periodo chiave. Il Covid, però, ha prosciugato le casse. E nel 2017, il primo Clasico giocato fuori dal territorio spagnolo, ha portato un guadagno di 5,7 milioni di euro dei 12 milioni, come rivelato da Football Leaks. E dunque, alla luce della nuova situazione venutasi a creare, il Barça sta valutando la possibilità di una preseason che assorbirebbe, almeno in parte, la perdita generata dall'emergenza sanitaria.