Il Barça cerca un allenatore, ma Pochettino può essersi dato…la zappa sui piedi: “Piuttosto preferisco lavorare nella mia fattoria”

Il Barça cerca un allenatore, ma Pochettino può essersi dato…la zappa sui piedi: “Piuttosto preferisco lavorare nella mia fattoria”

I blaugrana vogliono esonerare Ernersto Valverde dopo il flop in Supercoppa di Spagna. Ma prima devono trovare un altro allenatore. Dopo i rifiuti di Xavi e Koeman, sulla panchina dei campioni della Liga potrebbe accomodarsi l’ex allenatore dell’Espanyol. Che però due anni fa ha fatto dichiarazioni pesanti…

di Redazione Il Posticipo

Il Barcellona cerca un allenatore, ma non ha le idee chiarissime sul sostituto. I blaugrana hanno deciso di esonerare Ernesto Valverde dopo la sconfitta contro l’Atletico Madrid nella semifinale di Supercoppa di Spagna: una mossa che ha fatto discutere parecchio e scomodare persino Pep Guardiola e Luis Enrique, entrambi amareggiati per il trattamento riservato al collega dal loro vecchio club. Il Barca ha pensato a Xavi Hernandez e a Ronald Koeman come possibili sostituti, ma entrambi hanno rifiutato al momento. Chi potrebbe beneficiarne è Mauricio Pochettino.

POCH IN POLE – Secondo RAC1 e Mundo Deportivo, il 47enne argentino potrebbe diventare il prossimo allenatore del Barcellona. Pochettino avrebbe così subito la possibilità di rilanciarsi dopo l’esonero al Tottenham, arrivato a novembre dopo cinque stagioni e mezza alla guida degli Spurs con cui si è giocato anche l’ultima finale di Champions League (k.o. col Liverpool al Wanda Metropolitano). Oggi Pochettino è senza squadra, ma prima di sbarcare al Barça però dovrebbe rimangiarsi alcune dichiarazioni che risalgono a un paio di anni fa, quando allenava ancora in Premier League. Frasi che certamente hanno lasciato il segno in una tifoseria che ha la memoria abbastanza lunga per certe cose.

FATTORIA – E “Poch” dovrà eventualmente chiedere scusa ai tifosi dell’Espanyol che ha allenato dal 2009 al 2013. Un amore, quello con il club, sbocciato da calciatore e continuato in panchina, con tanto di promessa di non allenare mai i rivali cittadini. Due anni fa il tecnico era stato chiaro: “Non allenerò mai il Barcellona e l’Arsenal perché sono molto legato all’Espanyol e al Tottenham. Sono cresciuto al Newell’s Old Boys e non guiderò mai il Rosario Central. Preferisco lavorare nella mia fattoria in Argentina anziché allenare certi club”. Pochettino lo ha detto nel gennaio 2018. Due anni dopo però il Barça può ufficialmente bussare alla sua porta. E il tecnico argentino sarà costretto a confermarsi o meno un uomo di parola…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy