C’eravamo tanto amati: Icardi e i suoi… fratelli in nerazzurro

Amati e scaricati. Anche con reciproco rancore. La storia dell’Inter è ricca di storie di amore e odio con i propri centravanti.

di Redazione Il Posticipo

DELUSI

Altra storia che alterna amore e odio. L’Inter e i tifosi nerazzurri sono rapiti da una folgore di Adriano. Il brasiliano in un’amichevole del 2001 con il Real, entra nel cuore dei tifosi dopo aver spaccato la porta del Bernabeu con una punizione al fulmicotone. Diviene Hulk, poi l’Imperatore. Le sue vicende personali ne limitano rendimento e carriera e dopo diversi tentativi, dirigenza e tifosi si arrendono. Amato e scaricato più con delusione che con rancore.

 

 

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy