calcio

Ibra polemico: “Il mondiale lo vince la Svezia, dato che senza di me si gioca meglio…”

In attesa dell'inizio della manifestazione, uno dei grandi esclusi fa le sue previsioni. Che si trasformano però in un attacco frontale alla stampa svedese e in una serie di commenti...tipici di Ibra.

Redazione Il Posticipo

Il Mondiale si avvicina e anche gli esclusi di lusso non possono esimersi dal più classico dei pronostici. E persino Zlatan Ibrahimovic, che la Svezia ha deciso di lasciare a casa dopo che l'attaccante ha lasciato la Nazionale per poi esprimere la volontà di andare in Russia, ha detto la sua prima di prendersi una...vacanza fino a inizio luglio. Salterà la partita contro il Real Salt Lake City e nel frattempo avrà tutto il tempo di godersi la fase eliminatoria della Coppa del Mondo. A proposito, chi sono i favoriti per Ibra? Dalle dichiarazioni riportate da AS, il classe 1981 vede vincitore il Brasile oppure...la Svezia.

GIOCO DI SQUADRA - Con tutto il rispetto per la nazionale che ha eliminato gli azzurri, una predizione perlomeno singolare. Perchè Zlatan pensa che potrebbe vincere la squadra scandinava? Non certo per patriottismo... "I giornali dicono che adesso la nazionale ha quel fantastico gioco di squadra che piace tanto a tutti i media del mio paese. Sono convinti di aver raggiunto il gioco collettivo, il tipico gioco svedese, come lo chiamano loro. E i giornali dicono che la squadra senza di me gioca meglio. Ecco perchè credo che lo vinceranno loro". "Loro". Non "noi". Una differenza che già dice tutto. Ma Ibra, essendo Ibra, rincara la dose.

NON IL TIPICO SVEDESE - "È la tipica mentalità dei giornali svedesi nei miei confronti, perchè sono quel che sono. Non ho il tipico cognome svedese o la tipica attitudine svedese. Ma nonostante questo ho il record di gol con la Nazionale e ho vinto quel che ho vinto giocando con Ajax, Juventus, Inter, Barcellona, Milan, PSG. Manchester United e ora sono ai LA Galaxy. Se non sapessi giocare di squadra, come avrei fatto a farlo nei migliori club del mondo? Ho giocato in società che hanno un ego più grande di quello di una nazione intera. Ma abbiamo comunque vinto tutti assieme, quindi so come si fa". Dopo le stoccate alla stampa svedese, arriva comunque la chiosa sul Mondiale, inteso come manifestazione... "Credo che ci sarà un'atmosfera fantastica e che la Russia gestirà tutto benissimo. Zlatan non ci sarà, anche se avrebbe dovuto. Ma godiamoci il calcio e che vinca il migliore". E dato che lui non c'è, deve essere per forza qualcun altro...