Ibra nella storia: e un gol che sa di scudetto…

Lo svedese è il giocatore più vecchio della storia della Serie a segnare almeno 10 gol nelle prime 8 giornate di Serie A.

di Redazione Il Posticipo

Il Milan festeggia una vittoria a Napoli che mancava da dieci anni, esattamente da quando c’era… Ibrahimovic. Un campione senza età, macchia e paura lo svedese che mette a segno, oltre alla doppietta che schianta il Napoli, altri diversi record. In primis, è il giocatore più vecchio della storia della Serie a segnare almeno 10 gol nelle prime 8 giornate di Serie A. Il precedente primato apparteneva a Silvio Piola nel 1942/43. Ibra è andato in gol a  a 38 anni e 302 giorni. Infinito.

STORIA – Ancora prima di realizzare la sua doppietta Ibrahimovic aveva comunque scritto la storia del Milan. Il calciatore svedese aveva realizzato nove reti in 8 partite. L’ultimo a fare meglio di lui è stato un certo Marco Van Basten. Era la stagione 1992/1993 e il Milan vince il suo tredicesimo scudetto poggiandosi sulle spalle del cigno di Utrecht che a fine stagione segnerà 20 gol. A questo punto della stagione ne aveva messi a segno già 12.

NORDHAL – Ibrahimovic ha eguagliato anche il record di un altro svedese che ha costruito le fortune del Milan. Nordhal. Il centravanti, nella stagione 1950/1951 inizia alla grandissima la sua stagione che si chiuderà in modo trionfale. Alla fine di quel campionato Nordahl metterà a segno 34 reti che saranno più che sufficienti al Milan per vincere il suo quarto campionato. La storia dunque è dalla parte di Ibrahimovic e se il detto non c’è due senza tre si può applicare anche al calcio la sensazione è che il Milan possa raggiungere traguardi solamente sognati a inizio stagione. Anche perché l’ultima vittoria a Napoli prima del… ritorno di Ibrahimovic era datata ottobre 2010. E a fine anno, i rossoneri si cucirono addosso il loro ultimo scudetto prima del dominio assoluto e incontrastato della Juventus.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy