Ian Wright “avverte” Aubameyang: “Prima di lasciare Londra, ci pensi due volte…”

L’ex giocatore dell’Arsenal ritiene che le scelte di Aubameyang possano ritorcersi contro lo stesso calciatore.

di Redazione Il Posticipo

Ian Wright, una delle leggende dell’Arsenal, attraverso il Sun, ha avvisato Aubameyang. Secondo l’ex attaccante non è proprio il caso, per il… “collega” di lasciare l’Arsenal. E lo ha invitato senza mezzi termini a pensarci due volte prima di lasciare il North London.

SCELTE  – Aubameyang, che compie 31 anni fra pochi giorni, secondo quanto riferito dal tabloid vorrebbe trasferirsi in un club che gli possa garantire continuità di impiego e la possibilità di vincere qualcosa. Nelle ultime settimane il nome dell’attaccante è stato legato a diversi club: Barcellona, ​​Chelsea, Real Madrid e Paris Saint-Germain. I gunners potrebbero cederlo, a patto che qualcuno firmi un assegno da 22 milioni di euro. E partendo da questa situazione Wright analizza lo scenario: “Se la stagione fosse ancora in corso e avesse continuato a segnare gol, Auba sarebbe stato in una posizione forte, ma adesso si parla di un attaccante che, nella prossima estate, andrà per i 32 anni”.

ATTENZIONE – Una carta d’identità che merita attenzione. Wright, in tal senso, ha la sua teoria: “Aubameyang sta entrando in una fase in cui dovrebbe chiedersi quale club sarà disposto a pagargli lo stesso ingaggio che gli sta garantendo l’Arsenal. Non sono sicuro che le squadre a cui sia accostato abbiano davvero bisogno di lui. E comunque non è nella posizione di puntare i piedi”. Il calciatore traccia lo scenario. “Supponiamo che Auba decida di non voler firmare il rinnovo. A quel punto Arteta inizia a mettere in campo Martinelli. E non è difficile che il ragazzo inizi a segnare gol. E a quel punto la posizione di Aubameyang, anche dal punto di vista di una negoziazione, si indebolirebbe moltissimo. Quindi più tempo aspetta a rinnovare, più rischia, anche perché l’Arsenal potrebbe puntare su chi ha la certezza che rimanga piuttosto che su di lui”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy