Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

I tifosi dell’Hammarby…vogliono tagliare fuori Ibra: tentativo (fallito) di comprare le sue quote del club

(Photo by Handout/UEFA via Getty Images)

Dallo scorso agosto è in corso un tentativo da parte dei soci del club svedese di ricomprare il 47% delle quote che appartengo ad AEG (che per metà e di Ibra). Gli investitori però hanno spiegato che non c'è alcuna intenzione di vendere....

Redazione Il Posticipo

Zlatan Ibrahimovic fa sempre notizia, in campo e fuori. Soprattutto nella sua Svezia, considerando che si parla di uno dei calciatori più importanti della storia del calcio della nazione scandinava. E se in Italia si fa il conto alla rovescia per rivedere il Colosso di Malmö in campo, dalle sue parti l'interesse è su quello che accade nella proprietà dell'Hammarby. Il club di Stoccolma è infatti anche...un po' di proprietà di Zlatan, che nel 2019 ha comprato metà delle azioni della AEG, che a sua volta detiene il 47% delle quote societarie. Quando c'è stato l'annuncio, a Malmö l'hanno presa talmente male che hanno...abbattuto la statua del rossonero, ma la questione non sembra aver cambiato troppo le cose per l'Hammarby.

50+1 - Al punto che, come spiega Aftonbladet, dallo scorso agosto è in corso un tentativo da parte dei soci, che detengono il restante 53%, di ricomprare il 47% e tornare dunque totalmente nelle mani dei tifosi. Per la regola del 51%, simile a quella che c'è in Germania, l'assemblea dei supporter ha comunque l'ultima parola per quanto riguarda qualsiasi decisione, ma la volontà è quella di recuperare totalmente la proprietà delle azioni dell'Hammarby. Un qualcosa che è andato a cozzare con la decisione del Consiglio di Amministrazione, che ha spiegato che le regole attuali garantiscono ai soci che nessuno, nemmeno la AEG (e quindi, di conseguenza, Ibrahimovic) potrà ottenere la maggioranza e trasformare il club in una proprietà come un'altra.

NESSUNO VUOLE VENDERE - La volontà dell'assemblea ha però prevalso e quindi il club ha dovuto capire se c'era l'opportunità, oltre che la possibilità finanziaria, di riprendersi le quote in mano a Ibra. Ma come ha spiegato il CEO dell'Hammarby Richard von Yxkull nel podcast "Lundh", le trattative non sono andate a buon fine. "Abbiamo spiegato agli investitori che l'assemblea annuale di agosto dei soci ha richiesto che noi verificassimo le condizione per una cessione delle loro quote, ma nessuno è intenzionato a vendere le sue azioni". Per il sollievo del consiglio di amministrazione, che nell'arrivo del campione svedese ha visto una grande opportunità di espandere il club finanziariamente e dal punto di vista del marketing. Dunque, al momento resta tutto com'è: "Non era un problema nuovo per noi, ma non vediamo la necessità urgente di ricomprare le quote". E Zlatan...non viene ceduto. Anzi, comprato!