I segreti del Bayern: a “Miss Triplete” 200mila euro l’anno, per i dipendenti leasing favorevoli e…il pranzo a casa da uno chef stellato

Il Bayern Monaco campione di tutto è in grado di attrarre all’Allianz Arena grandissimi campioni grazie al suo blasone. Ma anche, senza dubbio, grazie a una capacità economica che permette al club di pagare stipendi importanti ai calciatori. E alle persone…normali? La Bild realizza un’inchiesta e racconta storie interessanti.

di Redazione Il Posticipo

Il Bayern Monaco campione di tutto è in grado di attrarre all’Allianz Arena grandissimi campioni grazie al suo blasone. Ma anche, senza dubbio, grazie a una capacità economica che permette al club di pagare stipendi importanti. Come ricorda la Bild, Lewandowski dopo il rinnovo fino al 2023 guadagna 20 milioni di euro lordi a stagione, Neuer si ferma a 18 e Müller arriva a 17. E le persone…normali? Il quotidiano tedesco pensa anche a loro e fa un’inchiesta che porta alla luce gli stipendi lordi dello staff del club bavarese, includendo chiunque sia sotto contratto con i 30 volte campioni di Germania. E aggiungendo anche aneddoti abbastanza interessanti.

MISS TRIPLETE – Si parte, neanche a dirlo, da “Miss Triplete”, al secolo Kathleen Krüger. Promossa team manager nel 2012, la trentacinquenne è considerata uno dei segreti meglio custoditi del Bayern Monaco. Una bandiera del come Thomas Müller (uno che nello spogliatoio conta molto, come potranno confermare sia Ancelotti che Kovac) non fa nulla per negare l’importanza della team manager: “È lei che tiene la squadra unita, non importa che problemi abbiamo, sappiamo che possiamo rivolgerci a lei”. Che, oltre a gestire le varie problematiche dei calciatori, si occupa anche dei viaggi e della logistica generale della squadra bavarese. Un lavoro complicato, che le vale uno stipendio lordo di circa 200mila euro all’anno.

BENEFIT – In generale, spiega la Bild, lo stipendio di un dipendente del Bayern assunto tempo indeterminato e con una qualifica di base si aggira sui 3000 euro lordi. I dipendenti hanno la possibilità di ottenere un leasing a prezzi agevolati dalla Audi (sponsor del club), ma hanno anche un’opportunità in più in tempi di pandemia: da quando la mensa del club è stata chiusa causa coronavirus, chi ha un contratto a tempo indeterminato può anche farsi spedire il cibo a casa a spese del club. E considerando che a cucinare per il Bayern c’è lo chef stellato Alfons Schuhbeck, si tratta anche di un gran bel benefit. Insomma, il Bayern vince perchè in campo è la squadra migliore. Ma anche dal punto di vista societario è un modello.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy