calcio

I riti di “iniziazione” fra canzoni, schiaffoni, rasoi, coccodrilli e autoerotismo forzato…

Hysaj canta, come tanti colleghi, per presentarsi ai suoi nuovi compagni di squadra, eppure si becca parecchie critiche per la scelta di Bella Ciao. Ma all'albanese in fondo è anche andata bene, perchè altri riti di iniziazione sono molto più...

Redazione Il Posticipo

NAPLES, ITALY - JULY 25: Elseid Hysaj of Napoli scores the 1-0 goal during the Serie A match between SSC Napoli and US Sassuolo at Stadio San Paolo on July 25, 2020 in Naples, Italy. (Photo by SSC NAPOLI/SSC NAPOLI via Getty Images)

Hysaj canta, come tanti colleghi, per presentarsi ai suoi nuovi compagni di squadra, eppure si becca parecchie critiche per la scelta di Bella Ciao. Ma all'albanese in fondo è anche andata bene, perchè altri riti di iniziazione sono molto più...fisici. Basti pensare a Suarez, gonfiato di schiaffi come regalo di "benvenuto" all'Atletico.  Eppure, il Pistolero se li è presi tutti e non ha minimamente pensato a reagire. Del resto, bisogna subito farsi voler bene in una nuova squadra e quindi l'ex centravanti del Barcellona ha completato il suo percorso di iniziazione con la maglia dell'Atletico Madrid. E comunque c'è a chi è andata molto peggio...