Chi “ringhia” e chi… morde: palla o piede, i calciatori più temuti da incrociare

Palla o piede, poco importa. Alcuni giocatori sono passati alla storia chi per irruenza, chi per cattiveria. Incrociarli in campo, spesso significava… girare al largo. E a fine partita, sia benedetto il parastinchi. Anche se a volte non bastava neanche quello…

di Redazione Il Posticipo

SEBA

sebarossi2

Sebastiano Rossi, non esattamente un santarellino. Attenta al povero Bucchi dopo un calcio di rigore stringendogli il braccio intorno al collo mentre il centravanti cerca di recuperare il pallone. Una scena che gli costerà diverse giornate di squalifica. Non è il primo né l’unico caso. Rossi era parecchio irascibile in campo e bastava poco per “accendersi”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy