I 55 giorni di Gareth “Galles” Bale… prima di riconquistare Zizou

I 55 giorni di Gareth “Galles” Bale… prima di riconquistare Zizou

Fughe dallo stadio, bandiere sbagliate e pali maledetti: le ultime settimane di Gareth Bale sono state movimentate. Il gallese è entrato a partita in corso contro il Psg in Champions League e ha colpito il palo su punizione: nessun gol, ma Zinedine Zidane potrebbe essersi ricordato di lui…

di Redazione Il Posticipo

Lasciare uno con quel talento in panchina è un errore, ma dietro le tante esclusioni di Gareth Bale non ci sono solo scelte tecniche. Anzi, soprattutto prese di posizione in virtù di alcuni comportamenti rivedibili del giocatore. L’ultima bandiera mostrata orgogliosamente dal gallese ha fatto imbestialire il mondo del Real Madrid ma i venti minuti  contro il Psg potrebbero aver fatto cambiare idea a Zinedine Zidane. Dopo cinquantacinque giorni in… soffitta, secondo quanto riportato dal Mundo Deportivo, Bale potrebbe giocare dal’inizio.

PANCHINA – Il gallese è sceso in campo da titolare per l’ultima volta contro il Granada lo scorso 5 ottobre e potrebbe farlo nuovamente in casa dell’Alaves. Cinquantacinque giorni dopo il gallese è pronto a scendere di nuovo in campo dal primo minuto con la maglia del Real. Un mese e una ventina di giorni dopo, infarciti di problemi fisici e polemiche che si trascinate fino sino al Santiago Bernabeu, quando  il nome di Bale è stato fischiato sonoramente al momento della lettura delle formazioni di Real Madrid e Real Sociedad.

PALO COL PSG – Bale è tornato in campo contro il Psg. Zidane lo ha gettato nella mischia per provare a chiudere i conti contro i francesi, che alla fine sono riusciti a strappare un  pareggio in rimonta. Proprio il gallese, però, ha avuto una grande occasione nel finale su calcio di punizione. Il suo tentativo è stato vanificato da un palo. Il pallone non è entrato, ma i tifosi presenti al Bernabeu hanno apprezzato perlomeno l’impegno. A volte basta poco per ritrovare fiducia e armonia. Il premio in palio è  un posto da titolare sul campo dell’Alaves, dove non ci sarà Hazard fuori per infortunio. Per avere la maglia deve vincere la concorrenza di Isco. La sensazione, in Spagna, è che sia la volta buona…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy