Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

I 36mila km di Sànchez: dal Barça di Messi alla disoccupazione sino al sogno di riprendersi la Liga

I 36mila km di Sànchez: dal Barça di Messi alla disoccupazione sino al sogno di riprendersi la Liga - immagine 1

L'odissea di un calciatore che non si è mai arreso.

Redazione Il Posticipo

Quanti chilometri sono necessari per riprendersi dalla rottura sentimentale con l'amore (di calcio) della tua vita? Víctor Sánchez, ora centrocampista del Girona FC, insegue il sogno di tornare in Liga dopo che sembrava averla persa definitivamente. La storia è raccontata da El Pais.

ODISSEA - La sua Odissea inizia nell'estate del 2020, dopo otto stagioni e mezzo, assumendo la carica di capitano e sognando di ritirarsi indossando la maglia dell'Espanyol ha dovuto lasciare a malincuore il club dopo la retrocessione del club. Ed è allora che ha deciso di andare in Australia. A 18mila chilometri, al Melbourne, dove il percorso  sarebbe stato nuovamente interrotto, questa volta dalla pandemia. E così, la scorsa estate, a 34 anni, si è visto per la prima volta senza una squadra dopo 15 stagioni da professionista. Unica soluzione, tornare in Spagna. Quando c'è riuscito, il mercato già chiuso. Non c'era, quindi, altra possibilità che attendere una finestra a gennaio 2022. E così Sànchez ha familiarizzato con la routine di allenamento del calciatore disoccupato affontata con la stessa determinazione di chi ha un posto in squadra. Ogni mattina, dal lunedì al venerdì, e con rigorosa disciplina, si recava all'Hospitalet de Llobregat (Barcellona) per allenarsi agli ordini di Javi Carrión, ex preparatore atletico dell'Espanyol in compagnia di vecchie conoscenze che, per un motivo o per l'altro, si trovavano nella stessa situazione.

GIRONA - E così a Natale è arrivato il sospirato regalo. L'uomo che ha iniziato la sua carriera nel 2007, agli ordini di Pep Guardiola e in compagnia di campioni Messi e Busquets, ha trovato una nuova collocazione a Girona dove ha esordito a fine marzo con una vittoria. Adesso non resta che completare l'opera. L'obiettivo è centrare almeno il sesto posto per giocarsi i play off promozione e tornare in Liga. Un successo che sarebbe più che meritato a fine stagione.  “Abbiamo la mentalità e le qualità per raggiungerlo. Non ho mai sperimentato la promozione. sarebbe una delle cose più speciali della mia carriera. Voglio godermi al meglio i due, tre anni che mi restano”. Per la cronaca il Girona occupa il quinto posto tuttavia, n0n ha margini di errori. La distanza di due punti dal settimo posto, Real Oviedo, potrebbe lasciare fuori sia loro che l'UD Las Palmas.