Hugo Maradona: “Stanno sporcando la memoria di mio fratello. Manca solo che parlino di suicidio”

L’amarezza dopo una vicenda che sta diventano infinita.

di Redazione Il Posticipo

L’amarezza di Hugo Maradona, dopo una vicenda che sta diventano infinita. Olè ha riportato le sensazioni e i pensieri di chi chiede soltanto chiarezza, rispetto e pace per la memoria del fuoriclasse argentino.

CONFUSIONE – Hugo, con un passato anche in Italia come calciatore, vorrebbe che si mettesse la parola fine alla vicenda riguardante la morte del fratello. Con la verità. E che cessi il rincorrersi di voci, ipotesi e supposizioni che feriscono una famiglia già provata. “Sento tante di quelle persone che parlano di mio fratello da confondere chi lo amava davvero. Il dottore ha una versione, l’avvocato ne ha un’altra. Si sta generando il caos. Non so se il tribunale sia in confusione. Ogni giorno appaiono persone, amici, figli. Ormai manca solo che qualcuno dica che mio fratello non sia morto ma si sia suicidato”.

AMAREZZA – Un’amarezza comprensibile, quella del fratello. “Hanno ipotizzato talmente tante cause per la morte di Diego da confonderci. Non capisco dove vogliano arrivare i giornali, per quale motivo gli avvocati accettino di andare in televisione. Si sta generando un caos che non mi piace. Sono consapevole che in Argentina la giustizia è molto molto lenta ma io credo che occorra lasciare che prenda il suo corso. Sul copro di mio fratello è stata già eseguita un’autopsia. Adesso ne vogliono fare un’altra. Stanno sporcando la memoria e il ricordo di Diego. E a noi questo fa malissimo”.

RABBIA – Lo sfogo fi Hugo si allarga anche ai tanti “amici” di suo fratello: “In tantissimo dicono che Diego era un caro amico. E allora mi chiedo perché non ci fosse nessuno accanto a lui. Si parla tanto, troppo. Sono molto arrabbiato con chi si presenta in TV e parla di mio fratello prendendosi libertà di giudicarlo per il suo passato. Mi spiace molto per le mie nipoti, le sue figlie. Si stanno difendendo come possono e sicuramente avranno le loro ragioni per rispondere così sui social media. Personalmente non capisco. Ormai c’è sempre qualche scorretto (eufemismo) che esce fuori dal guscio per parlare di Diego. Evidentemente è a caccia di qualche mese di celebrità. Gente che si accontenta di poco”.

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy