Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Hudson-Odoi rinnova, il Chelsea offre un contratto a cifre galattiche!

La stellina del Chelsea ha il contratto in scadenza e attorno al promettente esterno di origini ghanesi c'è parecchio interesse. In particolare quello del Bayern. Ora però tutto dovrebbe diventare molto più complicato per i bavaresi, perchè...

Redazione Il Posticipo

Dopo aver visto la fine della telenovela Hazard, con il belga che si è accasato come desiderava al Real Madrid, al Chelsea il terrore era che tutto si sarebbe ripetuto con Callum Hudson-Odoi. La stellina, classe 2000, ha il contratto in scadenza il prossimo giugno e attorno al promettente esterno di origini ghanesi c'è parecchio interesse. In particolare quello del Bayern, che già dalla scorsa stagione ha fatto capire che la volontà del club è quella di portare la perla delle giovanili dei Blues all'Allianz Arena. Ora però tutto dovrebbe diventare molto più complicato, perchè come riporta la BBC, Hudson-Odoi sta per firmare il rinnovo.

QUINQUENNALE - Una scelta importante, che di fatto mette da parte il Bayern e tutte le altre pretendenti. Una decisione, sostiene la TV pubblica britannica, presa dopo un colloquio con il nuovo tecnico Frank Lampard, che sin da subito ha fatto capire che si sarebbe speso per trattenere il ragazzo a Stamford Bridge. Missione apparentemente conclusa, per la gioia di tutti. Del Chelsea, che non rischia di vedere il suo gioiellino fare...la fine di Sancho, che è scappato dal City per esplodere in Germania. Ma anche dello stesso calciatore, che è in procinto di firmare un accordo molto remunerativo: un quinquennale da centomila sterline a settimana, che in euro fa sei milioni a stagione. Non male per un diciottenne...

MINUTAGGIO - Il punto focale dei negoziati, sostiene la BBC, è stato il minutaggio. Nella scorsa stagione, sotto la guida di Maurizio Sarri, per lui sono arrivate 24 presenze condite da 5 reti. Ma per fare il suo debutto dal primo minuto in Premier League l'attaccante ha dovuto aspettare aprile, quando aveva già esordito nella nazionale di Southgate (con Sarri che ha ammesso di non aver guardato la partita). Dunque, la volontà del classe 2000 è quella di giocare di più e in questo Lampard pare aver dato parecchie garanzie. Un qualcosa che il Bayern, nonostante gli addii di Robben e Ribery nel pacchetto offensivo, non poteva permettersi di fare con un giovanissimo, seppur di talento. E quindi alla fine, mentre il calciatore recupera dall'infortunio al tendine d'Achille rimediato nel finale della scorsa stagione, tutti sembrano contenti. Portafogli compreso!