Hoeness… telefona a tutti: “Ora che non sono più presidente, abituatevi: chi attacca il Bayern avrà la mia risposta…”

Hoeness… telefona a tutti: “Ora che non sono più presidente, abituatevi: chi attacca il Bayern avrà la mia risposta…”

Uli Hoeness tra qualche giorno non sarà più il presidente del Bayern Monaco ma ha rilasciato dichiarazioni che tutto sembrano fuorchè di disimpegno. E ha avvisato i giornalisti: se qualcuno parla male del club, lui…alza il telefono. Come ha già fatto nel weekend!

di Redazione Il Posticipo

Un amore lungo 49 anni. E che non può finire, anche se Uli Hoeness tra qualche giorno non sarà più il presidente del Bayern Monaco. Il cambio della guardia è previsto per il 15 novembre, con l’assemblea dei soci. Ma il dirigente si è già congedato con la sua ultima uscita ufficiale, coincisa con la vittoria dei bavaresi per 4-0 sugli eterni rivali del Borussia Dortmund. Sicuramente una gioia per Hoeness, che ha passato gli ultimi decenni…a litigare con i gialloneri. Del resto l’AD del Borussia Watzke è stato molto netto nella sua valutazione del dirigente rivale: “Per proteggere il Bayern, ti passa sopra come un trattore”.

TELEFONATA – Bene, il trattore si è già rimesso in moto e non si fermerà presto, come conferma la Bild. Il celebre quotidiano tedesco riporta infatti alcune dichiarazioni di Hoeness che tutto sembrano fuorchè di disimpegno. Tutto nasce…da una telefonata, quella fatta dallo stesso presidente uscente del Bayern alla trasmissione Doppelpass. Hoeness non ha gradito alcuni attacchi al DS del club, Hasan Salihamidžić, e ha deciso di chiamare in diretta per dire la sua… “Gran parte delle dichiarazioni fatte qui sono irrispettose nei confronti di Hasan. Che ha fatto un ottimo lavoro, ci ha fatto crescere con i trasferimenti di Pavard, Hernandez e Davies. Sono tre acquisti straordinari”. Ma Hoeness non si ferma, perchè è un fiume in piena.

“ABITUATEVI…” – E spiega quali sono i piani futuri per Flick, che potrebbe anche guadagnarsi la panchina fino a fine stagione dopo aver sostituito Kovac. “Il consiglio direttivo dovrebbe occuparsi di Hansi Flick, ho sentito che vogliono farlo nei prossimi giorni. Dopo la splendida partita con il Borussia, è il momento migliore per discutere di questa decisione in pace. Ne parleranno Rummenigge e Salihamidžić, e molto probabilmente anche Oliver Kahn e Herbert Hainer. E almeno finchè sarò ufficialmente in carica, ci sarò anche io”. E poi? Riposo? Macchè. Hoeness torna a parlare nella serata di domenica, dopo che il Bayern di basket ha battuto l’Alba Berlino. Spiegando che i suoi interventi…sono solo all’inizio: “Ora che non ho più una carica ufficiale, i giornalisti dovranno abituarsi a sentirmi spesso rispondere per le rime. Ogni volta che il club verrà attaccato, io lo proteggerò come fosse un bambino”. Non che finora non lo abbia fatto…

0 Commenta qui

Inserisci qui il tuo commento

Recupera Password

accettazione privacy