Il Posticipo
I migliori video scelti dal nostro canale

calcio

Hoeness, il re delle salsicce che ce l’ha coi vegani: “A lungo andare la gente si ammala. E se li critichi…”

(Photo by Alexander Hassenstein/Bongarts/Getty Images )

Uli Hoeness, ex presidente del Bayern Monaco, ha sempre una parola buona per tutti. Ma una sua conversazione radiofonica ha preso una piega decisamente particolare. E si è finiti a parlare di salsicce e...dei vegani. Con risultati inattesi...

Francesco Cavallini

Una parola buona per tutti. Hoeneß non è più il presidente del Bayern Monaco dopo quasi mezzo secolo di onorato servizio, ma il suo giudizio conta ancora parecchio. E poi c'è da considerare che il buon Uli fa comunque parte della giunta dei supervisori del club come presidente onorario. Dunque, se c'è qualcosa da fare per il bene della società bavarese, Hoeneß non si tira di certo indietro. E anche quando c'è da parlare di come vanno le cose al Bayern non si fa pregare, anzi, ora ancora di più è libero di rispondere a tono a chi attacca il club. Ma la sua conversazione con la stazione radiofonica Antenne Bayern ha preso una piega decisamente particolare.

VEGANI - E si è finiti a parlare...dei vegani. Come? Beh, è semplice. Oltre a essere una leggenda del Bayern, Hoeneß è anche il re delle salsicce. Sin dagli anni Ottanta, il tedesco è infatti il proprietario di una fabbrica di salsicce, che una ventina di anni fa ha lasciato in gestione a suo figlio Florian. Logico dunque che Uli abbia più di qualche motivo per non vedere di buon occhio chi non mangia carne. "Riesco accettare un po' chi mangia cibo vegetariano, ma non i vegani, perchè la gente a lungo andare si ammala". Non certo parole che gli faranno avere nuovi amici, anzi. Ma di questo, Hoeneß non sembra mai essersi preoccupato in vita sua. E quindi, meglio rincarare la dose.

MILITANTI - "Il problema è che sono persone militanti. Se li critichi, loro ti attaccano". Il che, con tutta probabilità, è quello che accadrà. Ma considerando che l'AD del Borussia Watzke ha definito Hoeneß "un trattore", capace di passare sopra a chiunque minacciasse il predominio del Bayern, si può tranquillamente supporre che valga la pena fare lo stesso per l'azienda di famiglia. E quando gli chiedono della possibilità di produrre prodotti vegan-friendly, il buon Uli spiega che ci ha provato, ma non è convinto: "Non mi piace quella roba, ci sono dentro cose che in una vera salsiccia di Norimberga non ci sono, come gli stabilizzatori e gli esaltatori di sapidità". Insomma, anche nelle salsicce, viva la tradizione. E mai mettersi contro Uli Hoeneß.