calcio

Higuita: portiere nato sotto il segno dello Scorpione, tra sequestri, gol e…Pablo Escobar

Redazione Il Posticipo

 13 Oct 1989: Rene Higuita and Carlos Valderrama of Colombia celebrate after the World Cup qualifying play-off second leg match against Israel in Tel-Aviv, Israel. Colombia qualified after winning 1-0 on aggregate. Mandatory Credit: Ben Radford /Allsport

A proposito di persone famose... Sembra che l’amicizia con Escobar (il narcos, non il calciatore) riuscì a evitare il carcere al signore dei cartelli del narcotraffico. Mondiali 1990, vigilia del torneo. Pablo promette a Rene che se la Colombia supera la fase a gironi avrebbe raggiunto i cafeteros per gli ottavi di finale. I colombiani si presentano agli ottavi di finale, dove incrociano il Camerun. Appuntamento a Napoli? Le autorità colombiane avvertono l’Italia e l’FBI ma del Paron neanche l’ombra. Qualcuno gli aveva consigliato di non venire in Italia? Il caso vuole che proprio una sciagurata giocata di Higuita costi l’eliminazione alla Colombia. Il portiere tenta di dribblare Milla, che gli sottrae il pallone e deposita in rete il gol che spinge gli africani ai quarti e la Colombia a casa. Eppure Higuita, nonostante l’errore sesquipedale, resta un intoccabile.