calcio

Higuita: portiere nato sotto il segno dello Scorpione, tra sequestri, gol e…Pablo Escobar

Redazione Il Posticipo

 MONACO - OCTOBER 12: Renè Higuita with the Golden Foot Awards 2009 at Monte Carlo on October 12, 2009 in Monaco, Monaco. (Photo by Michael Steele/Getty Images)

MONACO - OCTOBER 12: Renè Higuita with the Golden Foot Awards 2009 at Monte Carlo on October 12, 2009 in Monaco, Monaco. (Photo by Michael Steele/Getty Images)

Higuita diventa ben presto un mito del calcio colombiano, che complice i miliardi provenienti dal narcotraffico, diviene una superpotenza a livello continentale. I soldi dei vari cartelli sono spesi anche nelle squadre di calcio. Il Medellin di Pablo Escobar arriva a vincere la Libertadores e nell’inverno del 1989 contende la Coppa Intercontinentale ad Arrigo Sacchi. Lontano dal campo, le frequentazioni sono altrettanto pericolose: "Io mi mostro per quello che sono: l’amico di tutti. Che sia stato amico di Pablo Escobar non significa che io sia un narcotrafficante".